La plastica dei mari riciclata in prodotti isolanti

parley_pellets

 

Pubblicità

La plastica che inquina i mari riciclata in isolamento ad alte prestazioni.
L’idea è di PrimaLoft e di Parley for the Ocean che hanno dato vita a una partnership per raccoglier la plastica dei mari da isole remote, spiagge e comunità costiere per farne prodotti isolanti ad alte prestazioni per l’industria tessile.
Secondo un rapporto pubblicato dalle Nazioni Unite, 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono nell’oceano, annualmente. Questa enorme quantità di inquinamento ha un impatto enorme che fa registrare la morte di 1 milione di uccelli e di 100.000 mammiferi marini, ogni anno.
Anche le conseguenze economiche sono immense: nello stesso periodo la plastica causa danni per 8 miliardi di dollari agli ecosistemi marini.
“La collaborazione con Parley è un abbinamento perfetto: entrambi abbiamo gli stessi obiettivi: ridurre l’inquinamento da plastica sul nostro pianeta, specialmente negli oceani,” dice Mike Joyce, Presidente e CEO di PrimaLoft. “Anche evitare ove possibile la produzione di nuovi materiali a base di olio fossile è una priorità assoluta”.

Come riciclare la plastica dei mari

Parley For The Ocean, organizzazione per l’ambiente, opera come pionieristica catena globale di approvvigionamento e network di bonifica in 28 paesi, intercettando i rifiuti di plastica da spiagge, isole e remote comunità costiere.
Nel 2015 i primi prodotti realizzati con Parley Ocean Plastic hanno messo in luce la diffusione dell’inquinamento da plastica marina e presentato una soluzione unica per una sfida tanto complessa, che si discosta dagli approcci del riciclaggio tradizionale.
Il marchio Parley Ocean Plastic indica una gamma di materiali di alta qualità che vogliono trasformare i prodotti in simboli di cambiamento e finanziano la battaglia contro l’inquinamento da plastica marina. Abbiamo già visto partnership con marchi come Adidas e Stella McCartney, con atleti, artisti e animatori di fama internazionale.”Il riciclaggio ora è sexy, desiderabile e rappresenta un progetto significativo. Lo scopo è il nuovo lusso”, spiega Cyrill Gutsch, fondatore e CEO di Parley for the Oceans.

Dai rifiuti di plastica all’isolamento ad alte prestazioni

“L’uso di rifiuti plastici marini riciclati per creare isolamenti di elevato standard, che l’industria si aspetta da PrimaLoft, rappresenta una sfida continua”, ribadisce Joyce, “l’approvvigionamento di materie prime di alta qualità è essenziale per lo sviluppo dei nostri prodotti, e la plastica marina spesso manca di quel livello di qualità. Insieme a Parley, i nostri ingegneri hanno sviluppato un metodo che consente alla plastica marina di diventare materiali isolanti che rispettano tutti i nostri standard di alte prestazioni“.

Gli altri articoli più letti

Correre raccogliendo i rifiuti: che cos’è il plogging

Perchè i fiumi più puliti d’Europa sono in pericolo 

Sport e salute: ecco le 6 regole infallibili per una vita sana 

Cibo e ambiente: come cambiano le abitudini

La musica per fitness e allenamento

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità