5 errori da evitare quando ricarichi la batteria dell’e-bike

5 errori da evitare quando ricarichi la batteria dell'e-bike

La batteria dell’e-bike, insieme al motore, è ciò che veramente distingue una bicicletta a pedalata assistita da una tradizionale. E se sul motore ci sono pochi rischi di fare danni, se non accidentali, il modo in cui ricarichi la batteria dell’e-bike può invece allungarne o ridurne autonomia e ciclo di vita. O a volte anche rovinarla per sempre. Con il rischio di doverne acquistare una nuova, molto costosa, se non buttare definitivamente la tua costosa bicicletta elettrica.

Batteria dell’e-bike: come sono fatte

La batteria dell’e-bike è sostanzialmente simile nei suoi principi di funzionamento a quelle degli smartphone: si tratta di dispositivi di accumulo energetico, generalmente agli ioni di litio, che consentono all’elettricità di accumulare e cedere elettroni, e per questo sono dette secondarie. Ma come le batterie degli smartphone o dei computer anche le batterie delle bici elettriche con il tempo tendono a perdere questa loro capacità di prendere e dare elettricità: ogni produttore segnala alla vendita e nel libretto di istruzioni il numero di ricariche possibile, e di solito sono parecchie centinaia. Tuttavia alcuni errori da evitare quando ricarichi la batteria dell’e-bike possono ridurre questo numero anche sensibilmente.

Cambiare il trasformatore

Che poi è quello che ti capita con lo smartphone, che dopo un po’ non trovi più il suo originale e usi il primo che capita per mano. Ma trasformatori diversi possono avere voltaggi (dai Volt l’unità di misura che esprime la tensione, cioè la quantità di elettroni che passano) o amperaggi (da Ampère, la quantità di corrente erogabile nell’unità di tempo di 1 ora) diversi. E usare trasformatori con voltaggi o amperaggi diversi da quelli raccomandati dal costruttore può deteriorare o distruggere la batteria.

Ricaricarla sotto il 20% e sopra l’80%

Sì il timore è sempre quello di rimanere senza carica. Oppure ci sono quelli che come con la benzina dell’auto aspettano sempre di finire in riserva prima di fermarsi al distributore. Ma caricare la batteria dell’e-bike quando è sotto il 20% può causare uno scorretto pre-riscaldamento e quando è sopra l’80% può causare un sovraccarico. Che se non rovinano immediatamente la batteria possono farlo a lungo termine.

5 errori da evitare quando ricarichi la batteria dell'e-bike

Metterla in ricarica durante la notte

Lo facciamo tutti con gli smartphone, e alla fine lo facciamo anche con le e-bike. Ma sarebbe buona norma ricaricare la batteria della bici elettrica solo per il tempo necessario, e avendo cura di controllare di tanto in tanto che non si surriscaldi (o peggio emetta strani odori).

Ricaricarla quando è bagnata

Lavare la bici elettrica non è un problema (nel dubbio qui spieghiamo come fare) e anche usarla sotto la pioggia. Ma ricaricare la batteria quando è bagnata può generare problemi di tensione esattamente come succede con l’asciugacapelli in bagno. E uno shock di tensione può rovinarla irreparabilmente.

Ricaricarla all’aperto quando fa troppo caldo o troppo freddo

Vi è mai capitato che al mare, sotto il sole diretto e con il gran caldo, o in inverno in montagna con le temperature sotto zero, la batteria dello smartphone si sia scaricata molto velocemente o improvvisamente? Può accadere anche a quella delle e-bike, anche ricaricandola all’aperto quando fa troppo caldo o troppo freddo.

LEGGI ANCHE: 10 trucchi per dare più autonomia alla tua e-bike

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...