Nel parco del Serengeti c’è un microbirrificio a energia solare

nel-parco-del-serengeti-ce-un-microbirrificio-a-energia-solare

In Tanzania, nel parco del Serengeti c’è un microbirrificio a energia solare dove rilassarsi dopo un safari. Naturalmente di lusso.
Il Sayari Camp, un lodge nel parco africano fra i più belli e selvaggi al mondo, riaprirà a giugno proponendo ai turisti un microbirrificio a energia solare che produce quattro birre artigianali in loco, oltre a bevande analcoliche, acqua purificata e acqua gassata.
>> LEGGI ANCHE: Dormire in un igloo di lusso davanti all’aurora boreale

 

Il microbirrificio ecologico nella savana

Il primo mictobirrificio artigianale dell’Africa orientale è una novità interessante (per chi ama le comodità) e allo stesso tempo discutibile (per i puristi). Dietro c’è Asilia, società che fa progetti eco compatibili e che ha progettato il birrificio anche a favore della comunità locale, dato che offre opportunità di lavoro alla popolazione. Il campo è interamente gestito da tanzaniani e alcuni membri del team originale del campo sono ex bracconieri.
Sembra che la presenza del turismo abbia contribuito a ridurre drasticamente il bracconaggio di carne di animali selvatici.
Il lodge ha 15 tende (recintate) in mezzo alla savana, al modico prezzo di 815 dollari a notte per persona.

Oltre alle birre, nel negozio ci sarà una selezione di prodotti tanzaniani di cooperative locali, gioielli decorati a mano da donne Masai, tè biologici monorigine dalle pendici del Kilimangiaro, spezie di Zanzibar e articoli per il commercio equo e solidale realizzati da donne dell’Africa orientale donne.

 

LEGGI ANCHE

Viaggio etico, i migliori paesi per una vacanza solidale

La Rota Vicentina, come fare il cammino più bello del Portogallo

Viaggio nelle aree più selvagge d’Italia

La seggiovia nella foresta che vola fra i colibrì

Albania, Bosnia e Croazia in bici

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA