Nuove cose da fare all’aperto: le micro avventure

Alastair Humphreys MIcro Avventure

Piccole e brevi avventure da fare all’aperto, vicino a casa, adatte a chiunque, a basso costo, che non richiedono né preparazione tecnica specifica né attrezzatura evoluta tantomeno lunga preparazione: sono le micro avventure, uno dei trend più in crescita nel mondo dell’outdoor e verso il quale sta crescendo l’attenzione anche degli operatori tanto che Alastair Humphreys, Adventure of the Year nel 2012, un giro del mondo in bicicletta durato 4 anni alle spalle oltre a numerosi deserti di sabbia e ghiacci attraversati anche in solitaria e ora l’appassionato di micro avventure più famoso al mondo, sarà tra i protagonisti del prossimo OutDoor, il salone di Friedrichshafen che quest’anno 2017 si tiene dal 18 al 21 giugno.

> Leggi anche: Alex Bellini: “Uscite, l’avventura è oltre la porta di casa”

Cosa sono le micro avventure

Trovare lo sconosciuto nel conosciuto, possibilmente vicino a casa, senza particolare equipaggiamento o preparativi, in modo spontaneo se non quasi improvvisato, con unico obiettivo il divertimento e l’interazione con gli altri e soprattutto in modo compatibile con la vita quotidiana. Insomma, non c’è bisogno di andare chissà dove per vivere un po’ di sano spirito d’avventura: basta uscire di casa con lo spirito giusto per trovare qualcosa di davvero avventuroso da fare e un rapporto intenso e positivo con la natura. Fosse anche dormire una notte sotto le stelle o andare fino alla sorgente di un fiume. Unica regola delle micro avventure: lasciare a casa l’auto e scoprire il mondo a piedi o in bicicletta.

> Leggi anche: 4 motivi per portare i bambini all’avventura nella natura

Video di micro avventure

Insomma, come dice Alastair Humphreys, basta con la scusa che si lavora dalle 9:00 alle 17:00. C’è anche tutto il tempo dalle 17:00 alle 9:00 per trovare qualcosa di avventuroso da fare, no?

> Leggi anche: Perché alcuni hanno lo spirito dell’avventura e altri no

©RIPRODUZIONE RISERVATA