Prima volta sul kitesurf: le 4 cose da sapere

Prima volta sul kitesurf

La prima volta sul kitesurf può essere un’esperienza che ti cambia la vita. Il kitesurf, o kiteboarding, o più semplicemente kite, è uno sport nato alla fine degli anni Novanta quando alcuni appassionati di surf e vela hanno cominciato ad attaccare dei cavi (detti linee in gergo tecnico) a una vela (appunto kite, in inglese) per veleggiare e planare sull’acqua avendo ai piedi una tavola (appunto surf o board). Per il battesimo del kitesurf è praticamente indispensabile e fortissimamente consigliato affidarsi a una scuola di kite che sappia spiegare le prime nozioni teoriche sul vento, come funziona il kite e come condurre la tavola, e poi a imparare a impostare, trasportare e muovere un kite, a usare i sistemi di sicurezza, a lanciare (decollare) e atterrare con il kitesurf e a guidarlo in volo, girando e rigirando le linee durante il volo.

4 cose da sapere prima della prima volta sul kitesurf

La prima cosa da sapere prima della prima volta sul kitesurf è fuori dalla lista, ed è il fatto che è assolutamente necessario prendere lezioni di kitesurf prima di cominciare ad andare da soli. Ora, oggi il kite è uno sport relativamente sicuro. Relativamente nel senso che l’attrezzatura e i sistemi di sicurezza hanno fatto passi da gigante rispetto agli albori quando il kitesurf era oggettivamente uno sport estremo, ma rimane comunque il fatto che si pratica in mare sfruttando la potenza del vento e queste sono condizioni in cui è vivamente sconsigliato sopravvalutare le proprie capacità. Imparare a dominare il mezzo e a riconoscere le condizioni ambientali in cui ci si trova è il prerequisito per divertirsi davvero in qualunque condizione outdoor.

Per fare kite serve attrezzatura specifica

Banale ma sempre meglio specificarlo: per praticare kite serve attrezzatura specifica. Normalmente le scuole di kite la mettono a disposizione compresa nel prezzo delle lezioni e/o del corso, tuttavia servono una tavola kitesurf le cui dimensioni devono essere in proporzione al proprio peso e anche al posto, e al tipo di acque, in cui ci si trova; una vela, anch’essa dipendente dal peso ma anche dall’intensità del vento e che deve avere la necessaria attrezzatura di sicurezza; il trapezio, o barra con i cavi; muta, casco, leash e il resto dell’abbigliamento. Nulla di tutto ciò è opzionale, ed è bene saperlo.

In quanto tempo si impara a fare kitesurf

Ovviamente dipende, dalla propria attitudine e dalle proprie capacità, però normalmente tutte le scuole di kite stimano in circa 1 settimana, o 5/7 lezioni, il tempo minimo per riuscire a impostare le manovre più rudimentali come planare con la tavola sotto i piedi e la vela in aria. Altre 5/7 lezioni serviranno più o meno per gestire le planate e sfruttare la bolina per tornare al punto di partenza risalendo il vento. E qui siamo veramente all’ABC: questa è la fase tutto sommato peggiore, nel senso che i miglioramenti sono quasi impercettibili, la frustrazione tanta e occorre provare e riprovare. Superata questa fare è come quando si impara finalmente ad andare in bici senza rotelle: può cominciare il vero divertimento e l’apprendimento di nuove e diverse manovre.

È fondamentale leggere e saper interpretare le previsioni meteo

Di siti che forniscono previsioni meteo per i kiters ce ne sono a bizzeffe, il problema è saperle interpretare. E qui entra in gioco l’esperienza: la cosa migliore è chiedere a kiter più esperti, o al proprio istruttore, e comunque anche guardarsi in giro aiuta parecchio. Se nessun kite è in acqua c’è sicuramente un buon motivo, e quindi non è il caso di avventurarsi da soli. Anzi, all’inizio non è mai il caso di fare kite da soli, meglio essere sempre in compagnia di qualcuno più esperto.

Dove fare kitesurf le prime volte

Scegliere dove fare kitesurf le prime volte non è questione di trovare gli spot più belli ma quelli più sicuri. Quindi una spiaggia sabbiosa, ampia e profonda, senza rocce, scogli o altri ostacoli nelle vicinanze, possibilmente poco frequentata, con vento medio e regolare e anche con poche e/o basse onde. Detta così sembra la spiaggia introvabile, ma cerca le scuole di kite e avrai trovato la spiaggia giusta. Se poi ti stai chiedendo se è meglio fare kite la prima volta dove l’acqua è bassa o alta, la differenza è del tutto soggettiva: dal punto di vista del kite non cambia nulla, dipende da quanto ti senti a tuo agio tu.

Photo by APG Graphics from Pexels

©RIPRODUZIONE RISERVATA