Foratura in bici: cosa fare per riparare una gomma bucata quando si è in giro

Foratura in bici: cosa fare per riparare una gomma bucata quando si è in giro

Una foratura in bici prima o poi capita a tutti. Che sia strada, sterrato o veri percorsi offroad, non importa quale bici hai ma prima o poi ti troverai con la gomma a terra e la domanda su cosa fare per riparare una gomma bucata quando si è in giro. Se ti è successo in questo momento e hai trovato questo articolo perché non sai cosa fare e hai con te nessun attrezzo né un kit di riparazione, non ci sono molte possibilità:
1. trovi il modo di tornare a casa, con un mezzo pubblico, facendoti venire a prendere da qualcuno o – malauguratamente – a piedi spingendo la bicicletta;
2. cerchi una ciclofficina nei dintorni, che sia un ciclista, un negozio di biciclette o un grande store di articoli sportivi con all’interno un punto riparazioni;
3: se trovi un negozio di bici o un multisport con prodotti per il ciclismo potresti provare a sistemare la tua ruota bucata da solo, acquistando gli attrezzi e i prodotti che ti servono.

Pubblicità

In ogni caso la prima cosa che dovrai tenere a mente è che tipo di gomme monta la tua bici: nella maggior parte dei casi sarà con camera d’aria, oppure potrebbe essere tubeless, cioè senza camera d’aria e allora però dovresti quantomeno averla latticizzata prima: in questo secondo caso il foro sarà allora così grande da non consentire una riparazione al volo se non cambiando l’intero copertone.

Come riparare una foratura in bici

Se hai deciso di riparare la foratura in bici da te, hai di fronte 3 strade: sostituire la camera d’aria (ed eventualmente il copertone nel caso fosse squarciato); riparare la camera d’aria con un patch; usare un kit di gonfia e ripara. Partiamo da quest’ultimo.

1. Riparare una foratura in bici con la bomboletta gonfia e ripara
La bomboletta gonfia e ripara potrebbe sembrarti la miglior soluzione per riparare la foratura e ripartire di slancio. Non devi smontare ruota e copertoni, è piccola, pesa poco, costa (relativamente) poco e non richiede particolare manualità. Nelle bombolette fast c’è una schiuma che altro non è che lattice, del tutto simile a certi kit di riparazione pneumatici per auto. Ragionevolmente la foratura sarà stata causata da una pizzicatura della camera d’aria, ma prima di usare la bomboletta controlla bene almeno il copertone per assicurarti che non ci siano chiodi o altri oggetti che hanno trapassato copertone e camera d’aria (controlla bene bene perché potresti anche aver preso uno di quei chiodi che talvolta si trovano sui percorsi offroad posizionati da chi non ama le mountain bike sui sentieri…). Una volta che hai controllato bene il copertone non resta che avvitare l’adattatore della bomboletta alla valvola e premere per sparare il contenuto nella tua camera d’aria. Fatto ciò ti conviene tener conto del fatto che la pressione di gonfiaggio difficilmente sarà ottimale (quindi la guidabiità non sarà ottimale) e che la riparazione non sarà definitiva, dato che la schiuma di lattice dura giusto un paio di mesi. Cioè, quando arrivi a casa devi comunque sostituire la camera d’aria. E allora ti serve conoscere come fare, quindi leggi i punti seguenti.

2. Riparare o sostituire una camera d’aria
Nel caso in cui tu voglia riparare o sostituire una camera d’aria in strada ti servono un po’ di attrezzi e pezzi di ricambio. Come prima cosa dovrai smontare la ruota dai forcellini, quindi ribalta la bici appoggiandola a terra su sellino e manubrio: se hai i mozzi a sgancio rapido (quick release, quelli con la levetta) basta aprire la levetta e ruotare, altrimenti dovrai avere con te una chiave a brugola esagonale (o un kit di chiavi per la bici, che è meglio). Se devi smontare la ruota posteriore porta prima la catena sul rapporto più piccolo, usando le leve dei cambi, e nel caso tu abbia i freni a pattini probabilmente dovrai anche sganciare il cavo dei freni per aprirli e lasciar passare copertone e cerchio.
Una volta che hai smontato la ruota dal telaio devi smontare il copertone dal cerchio, e ti servono dei levagomma: sono delle “palette” in plastica o metallo, ne servono un paio, massimo 3, costano meno di una decina di euro, occupano poco spazio, non pesano e sono utilissime per non pizzicare la camera d’aria. Sfila il copertone dal cerchio solo su un lato, e poi sfila la camera d’aria lasciando per ultima la valvola (attenzione a non perdere l’anellino a vite di sicurezza).
A questo punto se hai una camera d’aria di scorta ti basta sostituirla (e la spiegazione completa la puoi leggere qui) altrimenti se hai un un kit di toppe per riparare le camere d’aria delle bici dovrai prima individuare il foro (e per questo ti servirà una pompetta e tanta pazienza), quindi grattare nei dintorni del foto con l’apposita cartuccia, applicare la toppa gommosa, attendere un minuto che la colla faccia effetto, riposizionare la camera d’aria nel cerchio, rimontare il copertone e rigonfiare la ruota. Attenzione: se hai una pompetta portatile difficilmente riuscirai a gonfiare la gomma della bici alla giusta pressione, quindi o ti porti un adattatore per la valvola per dare una gonfiata definitiva presso un benzinaio oppure procedi con molta cautela, soprattutto in discesa o nelle curve, per evitare di stallonare o pizzicare nuovamente la camera d’aria.

Credits photo di Hans Braxmeier da Pixabay

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Nessun Tag per questo post