Jovanotti da solo in bici in Nuova Zelanda: il film di #vadoafarmiungiro

Jovanotti Nuova Zelanda facebook

Se sei Lorenzo Jovanotti Cherubini puoi permetterti di mollare tutto e andartene in Nuova Zelanda per un lungo viaggio in bici da solo. È quello che ha fatto l’artista italiano, amate dello sport outdoor e della bici, che ha percorso 3mila chilometri in 20 giorni pedalando nell’isola sud del paese, più o meno quanto un Giro d’Italia, con 12 mila metri di dislivello.
> Leggi anche: “Galetti, un portento”, ciclista piccolo, tenace e capace di vincere tre Giri d’Italia

Pubblicità

Il film

Jovanotti è uno attento ai social media, così non ha mancato di raccontare le sue impressioni sulla sua pagina Facebook e nei 35 chili di bagagli che aveva sula bici ha imbarcato anche una GoPro. L’autore di Il più grande spettacolo dopo il big bang ha girato 40 ore di video che sono diventati un film, musicato naturalmente da lui stesso con una colonna sonora a base di sola chitarra acustica. Dal 7 aprile su www.jova.tv sarà possibile vedere il racconto del suo giro, montato da Michele ‘Maikid’ Lugaresi.

> Leggi anche: 7 sorprendenti segreti per girare il mondo in bici

La passione per la bici

Il film dura circa un’ora e si intitola ‘#vadoafarmiungiro’. Cerca di spiegare il perchè dell’impresa, e perchè proprio in Nuova Zelanda. Jovanotti su Facebook parla di “un posto bellissimo ed evocativo, è la nostra terra sorella agli antipodi, mi ha sempre colpito che assomigli vagamente all’Italia anche nella forma, oltre che nella latitudine opposta e uguale”. Il cantante toscano, che non è alla prima esperienza del genere in bicicletta (qualche anno fa è stato nei mondi del Caucaso), ha pedalato per una media di 150 km al giorno, spesso controvento. Ha fatto su e giù lungo tutta l’isola del sud, la più selvaggia, attraversando montagne, laghi, boschi, fiordi e quella natura evocativa che conosciamo perché immortalata da Peter Jackson nella trilogia del Signore degli Anelli.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità