Regalare una bicicletta ai bambini? È sempre una buona idea

Perché regalare una bicicletta ai bambini è sempre una buona idea_TREK_Holiday_5

Regalare una bicicletta ai bambini può sembrare una cosa un po’ demodé. Ormai per figli/e, nipoti e figli/e degli amici ci sono tanti altri regali a cui si può pensare. Gli immancabili giochi didattici, i corsi, i giochi elettronici, magari già il telefonino, e ovviamente i libri, che sono sempre un gran regalo, senza se e senza ma. Ma la bicicletta come regalo, in questo mondo – almeno il nostro di italiani – con sempre più traffico, con sempre meno spazi liberi per il gioco, e sempre più iperprotettivo e con i tempi compressi, a molti sembra ormai un regalo vecchio. Di quelli che non rendono felici fino in fondo. E invece no, regalare una bici ai/alle figli/e, o ai/alle nipoti, o “figli/e” e “nipoti” acquisiti è sempre e ancora una buona idea. La bicicletta è un regalo modernissimo. Anzi, di più, regalare una bicicletta è qualcosa di futuristico, che guarda al domani ancor più che all’oggi. Per almeno questi 8 motivi.

Pubblicità

1. Regalare un bicicletta significa regalare libertà
Regalare una bicicletta a un/a bambino/a significa regalare la libertà. O meglio, il senso di libertà. Non c’è bisogno di spiegare nulla: qualunque bambino/a che sale in sella alla sua prima bicicletta ha già capito che da quel momento gli si allargano gli orizzonti. Potrà andare in giro a piacimento, più lontano, più veloce e – ragionevolmente – più da solo di quanto potesse fare prima, a piedi, camminando. Non che le due cose siano in contrasto, ma qualunque adulto ricorda benissimo come quella sensazione di sfrecciare spingendo sui pedali e in equilibrio su due ruote avesse in pieno il sapore della libertà.

2. La bicicletta regala un senso di autonomia
La bicicletta regala un senso di autonomia, dell’imparare a fare le cose da soli, che è una delle più grandi conquiste che accompagnano la crescita di ogni bambino/a. Imparare ad andare in bicicletta, fare i primi giretti in cortile o al parchetto, sentire che quell’oggetto appartiene a sé e occorre prendersene cura, tenerlo d’occhio, decidere se prestarlo o meno, non dimenticarlo in giro, andare da un punto all’altro da soli, senza che siano i grandi a portarli, è per ogni bambino una continua conquista di piccoli pezzetti di autonomia. Piccoli pezzetti del diventare grandi.

3. Avere la bici significa sentirsi grandi
Ecco, a proposito, regalare una bicicletta ai bambini significa farli sentire un po’ grandi. Basta fare un giretto in famiglia, tutti assieme, anche semplicemente al parco la domenica pomeriggio: i bambini capiscono che stanno facendo esattamente la stessa cosa, e nello stesso modo, in cui la fanno i genitori. Come vanno in bicicletta mamma e papà, come vanno in bicicletta gli altri adulti, come vanno in bicicletta gli altri bambini e ragazzi, così vanno in bicicletta anche loro. E sì, si sentono un po’ grandi anche loro.

4. Con la bici si può esplorare il mondo
Regalare una bicicletta ai bambini significa dare loro uno strumento per esplorare il mondo. Anche solo per gioco, anche solo nel villaggio o campeggio delle vacanze, anche solo nel cortile di casa o nel parchetto del proprio comune. Ci sono tanti modi per i bambini per esplorare il (piccolo) mondo che li circonda, in primis il gioco. E anche la bicicletta lo è, un gioco, per esplorare il mondo.

5. Sviluppare capacità motorie
Questo è banale, però è meglio ribadirlo. Equilibrio, forza, resistenza, coordinazione: dette così sembra quasi che un bambino con una bicicletta debba per forza allenarsi, ma no, basta usarla per giocare e tutto vien da sé e si cresce più sani, più attivi, più completi. Anche dal punto di vista motorio.

6. Andare in bicicletta migliora l’autostima
Il momento in cui abbiamo imparato ad andare in bicicletta da soli ce lo ricordiamo tutti, perfettamente. Inutile negarlo. Se c’è un momento in cui ci siamo sentiti fieri di noi stessi da piccoli è quando per la prima volta siamo stati capaci di andare in bicicletta da soli, senza rotelle né un adulto che ti tenesse un po’ in equilibrio. Un ricordo indelebile. E succede così ancora, anche oggi nell’epoca delle biciclette senza pedali: quando un/a bambino/a fa per la prima volta un giro in bicicletta da solo, senza cadere, migliora la sua autostima. E di solito avviene con una bellissima espressione di felicità.

7. Rende felici
Ecco, andare in bicicletta rende felici. Basta guardarli bene in viso i/le bambini/e che vanno in bicicletta a zonzo, per gioco: sono felici. Felici come quando corrono per gioco, si arrampicano, scavano, costruiscono, raccolgono. Felici nel senso più puro del termine. È così che si sente un bambino quando riceve in regalo una bicicletta (ma anche gli adulti quando se la comprano!).

8. Regalare una bicicletta è ecologico
La bicicletta è ecologica, ma non serve uno spiegone di quelli di noi adulti. I bambini lo sanno già. Lo capiscono da soli che la bicicletta non puzza come l’auto di mamma e papà, non fa lo stesso rumore, non lascia sporco in giro né tracce del suo passaggio. I bambini lo sanno cosa è ecologico e cosa no, basta chiederglielo, e tra le cose ecologiche diranno sicuramente che c’è la bicicletta.

Credits photo: Trek

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità