Luca Pandolfi, snowboard senza limiti

Credits: Salewa

È uno dei più forti e spericolati freerider italiani. Originario di Asti, Luca Pandolfi ha trasformato la sua passione per la natura in un modo per viaggiare, imparare nuove lingue, conoscere gente e posti. “La montagna mi fa sentire vivo e creativo”: così l’atleta (oggi sponsorizzato da Salewa) descrive l’amore per l’avventura che lo ha trascinato, insieme al suo inseparabile snowboard, sui percorsi più estremi e difficili di tutto l’arco alpino e oltre.

“Intorno ai 18 anni i miei genitori mi offrirono una settimana bianca a Megeve, dove provai lo snowboard per la prima volta”, racconta Luca, ” fu un colpo di fulmine, mi innamorai immediatamente di questa disciplina e iniziai a fare le prime stagioni a Sauze d’Oulx”. Da lì in avanti il suo rapporto con la tavola si rafforza giorno dopo giorno, portando Luca ad affinare sempre più il suo stile di discesa.

Decide di passare almeno una stagione in ognuna delle quattro mecche Europee del freeride: Verbier, Alagna, La Grave e Chamonix, che ormai da otto anni è diventata la sua casa. Così come, nel frattempo, lo snowboard è diventato tutta la sua vita: “È il mio modo di esprimermi, di conoscermi e migliorarmi”.

Grazie alle sue imprese (la ovest dell’Eiger, la prima in snowboard del Coolidge Couloir sul Monviso, la nord dell’Aguille dell’Amone), Pandolfi viene contattato dalla star del freeride Jeremy Jones, che nel 2013 lo inserisce nel suo team internazionale coinvolgendolo nella realizzazione del film Higher. Si tratta dell’episodio finale di una trilogia di documentari sul freeride – gli altri sono Deeper e Further – che gli sono valsi il National Geographic Adventurer of the Year 2013.

“Jeremy è sempre stato per me una grandissima fonte d’ispirazione”, rivela Luca, “fin dal momento che cominciai a muovere i primi passi in fuoripista”.

Pandolfi partecipa così alla Shangri-La Expedition, organizzata da Jones e dalla sua crew come parte finale delle riprese di Higher, che li porta ad affrontare i luoghi più incontaminati del globo: vette imponenti, valanghe spaventose e discese mozzafiato formano un viaggio che lascia lo spettatore a bocca aperta.

Clicca ‘Mi Piace‘ e segui anche la nostra pagina Facebook Sportoutdoor24

©RIPRODUZIONE RISERVATA