Vacanze in Austria con i bambini sul lago più pulito d’Europa

vacanza-bambini-austria-estate-lago-pulito-europa-foto-martino-de-mori

 

Se stai pensando di fare le vacanze in Austria in estate con i bambini, c’è una meta che vale davvero la pena: il Wolfgangsee, il lago più pulito d’Europa. Si trova nella regione del Salisburghese, nella zona alpina dello Salskammergut, a 45 chilometri da Salisburgo, facilmente raggiungibile dall’Italia in auto o in treno. È una specie di paradiso del relax e delle attività all’aria aperta per adulti e bambini. Il lago si trova a 538 metri di altitudine ed è perfetto per fare passeggiate e trekking, ma anche per escursioni in bici e ebike sui tanti sentieri che lo circondano e salgono sulle montagne della zona. Ah, essendo limpidissimo e per niente freddo, nel Wolfgangsee ci si può nuotare come al mare, ma anche fare altri sport come il windsurf, la vela, il Sup, il kayak. Oltre all’arrampicata e al parapendio che si possono praticare sull’altopiano. Noi ci siamo stati e abbiamo trovato grande ospitalità, strutture per tutte le tasche, piste ciclabili dappertutto, una cucina tradizionale ricca e varia. Ve lo raccontiamo qui, con consigli utili per organizzare il viaggio. 

 

Wolfgangsee, vacanza in Austria sul lago più pulito d’Europa

Fra i 76 laghi della zona di Salzkammergut, a pochi chilometri da Salisburgo, il Wolfgangsee è forse il più bello, allo stesso tempo rilassante e perfetto per un vacanza attiva.

Le sue acque sono famose perché sono talmente pulite da essere potabili in alcune zone, tanto che questo specchio d’acqua alimentato dai fiumi delle montagne circostanti, è il riferimento per la limpidezza di tutti i laghi europei, una pietra di paragona finora ineguagliata. Al punto che in certe zone il colore delle acque non ha nulla da invidiare a quello di alcune spiagge mediterranee o caraibiche.

I pescatori lo considerano una mecca per il loro sport: ci vivono pesci come trote e coregoni (che sono parte della cucina locale). E naturalmente ci si fa il bagno come al mare: le acque non sono fredde (quelle della Liguria ad esempio lo sono di più), il fondo non è melmoso (solo sassolini e sabbia) e esistono spiagge attrezzate anche per i bambini, con giochi, scivoli, trampolini. Così come piccole baie incontaminate con la foresta che scende fino alla riva.

Un posto in cui passare qualche giorno o una settimana intera. Ma anche un posto in cui ti fermeresti un mese per ricaricarti le pile.
Fra l’altro si tratta di un posto ancora poco conosciuto dal pubblico italiano ed è quasi impossibile incrociare italiani (a noi non è successo): se vi piace essere i primi o staccare nettamente dall’Italia per un po’ senza dover per forza andare in Antartide, questo è il posto giusto. Per dire, il sito ufficiale del Wolfgangsee non ha la versione italiana.

 

 

Cosa fare in vacanza sul lago Wolfgangsee e dintorni

 

Trekking, bici e ebike a Wolfgangsee

La zona del Wolfgangsee è un paradiso multisport. Il fatto che il lago sia a un’altitudine di 538 metri lo rende l’ambiente perfetto per clima e varietà del paesaggio per passeggiate, trekking, escursioni in bici. Pedalare o camminare sono parte della cultura del luogo e le infrastrutture sono pressoché perfette, percorse di continuo dai locali e dai turisti, che vengono qui apposta.

Cicloturismo, mountain bike o trekking, non fa differenza: le strade che circondano il lago hanno tutte una pista ciclabile al fianco e l’altopiano, che è uno dei più grandi d’Europa, è intarsiato di sentieri da percorrere a piedi o su due ruote. O di corsa, come fanno in molti.

Se non porti la bici da casa (come del resto abbiamo fatto noi), no problem! Da Strobl a St. Gilgen ci sono noleggi per bici di tutti i tipi, comprese le bici elettriche, che qui sono le più utilizzate, anche fra i bambini. Così è facile compiere il circuito principale, ma anche salire per la strada Niedergarden da Abersee

 

vacanze-austria-bici-bambini-salisburghese

 

C’è solo l’imbarazzo della scelta, dagli itinerari più pianeggianti di cicloturismo attorno agli oltre 30 km che girano attorno all’ specchio d’acqua, fino a quelli più impegnativi in mountain bike e ebike: sono oltre 30 gli itinerari da fare in bici, di lunghezza e pendenze differenti. Maggiori informazioni e dettagli sul sito, da cui si può anche scaricare la mappa dei percorsi.

 

 

>> LEGGI ANCHE: Vacanza in bici con i bambini, i consigli

 

Due sentieri a piedi nella zona del Wolfgangsee

Un’escursione interessante che si può fare a piedi o in bici, è ad esempio quella verso Schwarzensee, il ‘lago nero’ a est del Wolfgangsee. Si parte da Russbach e si sale tra le foreste fino al lago, molto selvaggio e poco frequentato dai turisti.

Un’altra che suggeriamo, è quella a piedi sulla sella del monte Falkenstein, uno sei sentieri di pellegrinaggio più antichi d’Europa che porta ai 772 metri della piccola montagna sul lago, antico luogo celtico diventato poi sede di eremiti.

 

vacanze-austeria-bambini-sentieri

 

Escursioni sulle montagne sopra il Wolfgangsee

Il Wolfgangsee è circondato dalla montagne del Salzkammergut. Siamo, di fatto, in una regione alpina, con tante possibilità di salire in montagna.

Oltre a tante passeggiate e percorsi in bici attorno al lago, si possono fare escursioni in quota con i mezzi pubblici.

 

Cima Schafberg, hiking e panorama

La cremagliera del 1893, trenino rosso a scartamento ridotto che ricorda quello del Bernina, parte dalla stazione di St. Wolfgang e arriva in una mezz’ora sulla Schafbergspitze, la vetta della montagna a 1782 metri.

 

vacanze-austria-wolfgangsee-schafbergbahn-foto-salzbuegerland

 

 

Si attraversa la foresta con belle vedute del lago, per poi fermarsi nel punto panoramico a 360° dove si possono fotografare i 5 laghi della zona. Lì ci si può sdraiare al sole, fare qualche passeggiata nei dintorni e mangiare sulla terrazza della malga Himmelspforte o del ristorante vicino.

 

Cima Zwölferhorn, passeggiate e parapendio

Da St. Gilgen invece parte una ovovia con cabine gialle e rosse dal sapore antico che la rendono ancora più nostalgica (viaggia dal 1957). In 20 minuti con passaggi a strapiombo (tranquilli, è molto sicuro) e vista impressionante su tutto il lago, vi porta sulla vetta dello Zwölferhorn (12er Horn) a 1522 metri.

 

vacanza-austria-12er-horn-cable-car-martno-de-mori

 

È un paradiso dell’hiking in tutte le stagioni: ci si può anche salire a piedi, o con le ciaspole in inverno, scegliendo sentieri di varie pendenze e tempi di percorrenza (da 1 a 4 ore). I percorsi che partono dall’arrivo della cabinovia si snodano sulla Panorama Route e il monte Pilstein, e sono adatti anche ai bambini, immersi nella natura incontaminata e nelle formazioni geologiche antichissime.

In cima, oltre a terrazze panoramiche e due ristoranti, c’è una pista di lancio per parapendio, con scuola annessa.

 

 

 

 

Vela, surf e le altre attività sportive sul lago

Oltre a trekking e bici, sul Wolfgangsee si possono fare sport d’acqua. Nuotare in acque libere nello specchio cristallino del lago è un piacere, anche se è bene restare vicini la costa e evitare il passaggio del battello e delle altre imbarcazioni.

Nelle località si St. Wolfgang e St. Gilgen ci sono strutture per il noleggio di vari mezzi, e scuole per imparare. Si può navigare in barca a vela, usare le derive, ma anche praticare windsurf, canottaggio, Sup, kayak, immersioni e sci nautico.

 

austria-vacanza-lago-kayak

 

Alcuni noleggiatori mettono a disposizione anche delle piccole barche elettriche, per un giro sul lago a impatto zero.

Dei pescatori abbiamo già detto sopra.

 

Pareti di arrampicata

Tra la stazione di Reid Falkenstein e Furberg c’è un promontorio che assomiglia a certe pareti della Yosemite Valley e scende in verticale sulle acque. Sulla parete di granito si può praticare il climbing.

 

vacanze-austria-climbing-wolfgangsee-martno-de-mori

 

Naturalmente in zona esistono altre pareti su cui arrampicare (con difficoltà da A a F e da I a IV), ma qui, salendo e guardando nel blu del lago, lo si fa in uno dei luoghi più suggestivi d’Europa.

A Strobl c’è il Kleefeld Wildlife Park, dove anche i bambini e i principianti possono arrampicare, guidati da esperti.

 

Cosa fare e vedere sul Wolfgangsee

Oltre alle attività sportive e le escursioni, sul Wolfgangsee ci sono un po’ di altre cose da fare (e vedere) nelle cittadine delle coste. Le più interessanti sono St. Gilgen e St. Wolfgang, suggestivi borghi austriaci molto originali perché uniscono il mondo del lago a quello della montagna. Sono molto ben tenuti, con le case tradizionali da i balconi fioriti o decorate con affreschi.

A St. Wolfgang vale la pena fermarsi durante un tour in bici o con il battello, per passeggiare fra le costruzioni che si affacciano sul lago e entrare nei negozi di artigianato, o in quelli che vendono il sale delle miniere salisburghesi e le celeberrime marmellate del Salzkammergut.

 

St. Gilgen

St. Gilgen ha una piazza che si affaccia sul lago con ristoranti e negozietti, ma anche una spiaggia attrezzata con diversi moli da cui tuffarsi. Inoltrandosi verso est si arriva in un’ora di cammino a Furberg, una baia intima e dalle chiazze d’acqua turchesi in mezzo al blu.

 

vacanze-austria-bambini-bici-st-gilgen

 

Il museo degli strumenti musicali

A St. Gilgen c’è una casa della famiglia Mozart (la sorella del grande compositore veniva spesso qui), ma è soprattutto da non perdere il museo degli strumenti musicali (Hör Art, Musik Instrumenten Museum der Völker). Per quanto ci siano molti musei di strumenti musicali al mondo, questo è davvero qualcosa di insolito.

In due piccoli locali sono contenuti circa 5 mila strumenti, e la persona che li raccoglie da tutto il pianeta, Askold zur Eck, ne sa suonare circa la metà, dagli schiacciapensieri alla fisarmonica, alla zampogna al didjeridoo. Chiedetegli di raccontarvi la sua storia e quella del museo, e di suonare qualche strumento, sarà un’esperienza sorprendente.
Suona anche cose che nemmeno ci immaginiamo, come ad esempio qui:

 

 

 

I mercatini di natale

La stagione turistica estiva qui va da giugno a settembre, poi tutto il lago comincia a lavorare per i mercatini di Natale, che vanno in scena da novembre a febbraio.

È il momento in cui la neve ricopre le casette di montagna e le foreste dei dintorni, creando un’atmosfera fiabesca. E qualche volta capita anche che il lago si ghiacci, permettendo di pattinare e esplorarlo a piedi da una riva all’altra.

In autunno e inverno i villaggi del Wolfgangsee e quelli degli altri laghi (soprattutto Hallstatt, Patrimonio Unesco e fra i borghi più belli dell’Austria) vivono un altro momento in cui vale la pena farci un salto, grazie ai mercatini che non hanno nulla da invidiare a quelli delle altre zone alpine.

Qui tutte le informazioni sui mercatini di Natale della zona di Salzkammergut.

 

Come arrivare a Wolfgangsee

Il Lago Wolfgang dista circa 45 km da Salisburgo. Per arrivare nel capoluogo della regione, più dell’auto e dell’aereo il modo migliore è il treno notturno della OBB, che parte da Milano Centrale alle 20.40 e arriva a Salisburgo Hauptbahnhof (la stazione centrale) alle 6.15. Qui le info utili.

In Austria i mezzi pubblici sono frequenti, puntuali e ben ramificati a coprire tutte le destinazioni.
Per andare a Wolfgagngsee c’è l’autobus 150, che parte più volte ogni ora dalla stazione centrale e in circa 1 ora vi porta al lago.

Per muoversi lungo il lago c’è una linea locale di bus, e il battello che ogni mezz’ora circa fa la spola da un capo all’altro dello specchio d’acqua.

 

Dove dormire a Wolfgangsee

Il periplo del lago è molto ricco quanto a strutture per l’ospitalità, per tutti i gusti. Ci sono alberghi di ottima qualità a 3 e 4 stelle, generalmente in edifici tradizionali di montagna molto ben tenuti, con giardini, moli privati, spa e impianti sportivi. Idem per le gasthaus (l’equivalente dei B&b) e le case private.

vacanze-austria-bambini-lungolago

 

Una buona soluzione per stare a contatto con la natura è quella del campeggio: ce ne sono una ventina, dai più spartani ai più organizzati (siamo stati al hotel-camping Berau), ma in genere tutti molto informali. Se ne trovano soprattutto fra la zona di St. Wolfgang e la dirimpettaia Abersee, dove ci sono le spiagge più belle per fare il bagno.

 

Dove e cosa mangiare a Wolfgangsee

Mangiare, e mangiare bene, non sono un problema da queste parti. Oltre a qualche supermercatino e negozi di alimentari per attrezzarsi per un picnic, il lago di Wolfgangsee è disseminato di ristoranti. La presenza di turisti asiatici (vanno matti per questa regione dei laghi e i loro borghi) ha portato pure locali di cucina cinese, giapponese e thailandese.

Ma quelli migliori in cui mangiare sono i ristorantini di cucina locale. Sono i locali eleganti a bordo lago nelle cittadine di St.Wolfgang e St.Gilgen (abbiamo provato lo Zur Post, ottimo), o le malghe in vetta alle montagne come lo Schafberg o il 12er Horn.

Cosa mangiare? Le trote del lago e altri pesci freschi, ma anche i piatti della antica tradizione montana del Salzkammergut. Come le zuppe, gli gnocchetti con formaggio e crosta di pane, quelli agli spinaci e burro fuso, i canederli variamente ripieni (knödel), i bocconcini di cervo con salsa di lamponi (esatto, come quelli dell’Ikea, ma molto meglio), il filetto di manzo locale.

Per aperitivo? Qui va molto l’Hugo

Fra i dolci imperdibili gli yogurt (soprattutto a colazione), lo strudel di mele o di ricotta (topfelstrudel) e il kaiserschmarrn, una specie di crèpe rivestita di zucchero a velo e accompagnata da marmellata di prugne, una goduria per grandi e piccoli.

A risolvere ogni timore dei bambini (qui i nostri articoli sui viaggi con i piccoli) ci sono le salsicce salisburghesi (di fatto dei wurstel bolliti) e le sempreverdi wiener schnitzel, le cotolette impanate con patate in ogni forma (dritte, al forno, lessate, purèe).

Da bere: vini locali e birre lager (ma né gli uni né le altre sono il meglio che può offrire l’Austria).

Qui il sito ufficiale del Salzburgerland, con altre informazioni.

 

 

(foto Salzburgerland, Wolfgangsee e martino De Mori)

 

I consigli per altri viaggi da fare con i bambini

 

Cosa portare in un trekking

 

 

I consigli per andare in mountain bike

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA