Cosa fare e vedere in Ardèche oltre alle discese in canoa sul fiume

ardeche_grotta_0

L’Ardèche è una regione francese tra le più affascinanti  sia per la sua natura, sia per la sua storia. Le discese in canoa lungo le Gole dell’Ardèche, celebre fiume che ha dato il nome a questo dipartimento, e sotto l’immagine sicuramente più iconica di questa parte della Francia, il Pont d’Arc, permettono di godere di uno spettacolo di indimenticabile bellezza alla scoperta di chilometri di natura selvaggia. Ma se le discese in canoa sono indubbiamente l’attività più famosa di questa zona, l’Ardèche offre tantissimi luoghi da visitare e altrettante attività da fare.

La Grotta Chauvet, il cuore della preistoria

Un’escursione da fare è quella alla Grotta Chauvet, uno dei più noti e importanti siti preistorici in Europa e il più antico esempio di arte preistorica al mondo. Il nome di questa grotta è dato dallo studioso che l’ha scoperta nel 1994 e si trova a Vallon-Pont-d’Arc. Una grotta che corre per circa 500 metri nella montagna e che è stata scavata nel corso dei millenni dal fiume Ardèche. Al suo interno pitture, incisioni raffiguranti diversi animali (bisonti, mammut, gufi, rinoceronti, leoni, orsi, cervi..) e risalenti al periodo dell’uomo di Cro-Magnon.  Fin dalla sua scoperta questa grotta è rimasta chiusa al pubblico proprio per preservare reperti di tale importanza storica e scientifica. Pochi anni fa è stata aperta una sua perfetta replica  nella quale sono stati riprodotti, in scala 1:1, tutti gli elementi geologici e artistici che l’originale contiene.

Le viste mozzafiato della panoramica di Saint-Martin d’Ardeche

Per godere della bellezza di questi luoghi è consigliabile la passeggiata sulla splendida strada panoramica che da Vallon-Pont-d’Arc arriva fino a Saint-Martin-d’Ardeche. Un percorso dalla vista mozzafiato con diverse e attrezzate terrazze panoramiche, belvedere unici e dai nomi affascinanti e rievocativi come la Serre de Tourre, Cathédrale, Balcon des Templiers e Ranc-Pointu. Un luogo classificato come Riserva Naturale e ricco di sentieri segnalati e che ben si prestano anche alla pratica del trekking.

lavanda_pixabayIl profumo di lavanda di St-Remèze

Non può mancare una vista al Museo della lavanda, un luogo incantevole, oltre che profumato, che si trova nella località di St-Remèze. Qui si possono scoprire i segreti della coltivazione e della lavorazione della lavanda. Una visita che prende il via con un video di 15 minuti per poi continuare nel locale dove avviene la distillazione per la creazione degli oli essenziali fino al giardino per farsi avvolgere dal colore e dal profumo della lavanda. Scontata la fermata al negozio di souvenir e consigliabile una tappa al vicino caffè-bistrot per gustare bevande aromatizzate alla lavanda e il gelato, ca va sans dire, alla lavanda.Un altro spettacolo della natura è la Grotta della Madeleine, a soli 7 km da St-Remèze, dove è possibile intraprendere un viaggio in un mondo creato dall’acqua milioni di anni fa. Stalattiti, stalagmiti, bianche colonne di carbonato di calcio, piscine naturali e incredibili formazioni rocciose. Un luogo magico scoperto nel lontano 1887 da un pastore.

 

Viaggio nel Medioevo al Castello di Crussol

A strapiombo su una parete alta 200 metri le rovine del Castello di Crussol, nel territorio di Saint-Péray, dominano maestosamente la valle del Rodano. Per raggiungere questo luogo che trasuda storia medioevale bisogna fare una passeggiata di circa trenta minuti, ma lo spettacolo e il panorama ne valgono proprio la pena. Il castello, costruito in pietra calcarea, nei secoli ha subito oltre ai danni causati dagli agenti atmosferici, anche quelli di saccheggi e vandalismi, fino alla ristrutturazione e ricostruzione decisa dallo stato francese.  Qui, ogni anno in giugno, si tiene “Crussol en Fête”, un appuntamento festoso dedicato al Medioevo, con accampamenti medievali, spettacoli equestri e di falconeria, concerti e spettacoli di suoni e luci.

cascade-du-ray-pic-pixabayDa un vulcano, la cascata del Ray-Pic

Nel comune di Péreyres, nelle Cevenne dell’Ardèche, la cascata del Ray-Pic è  un luogo che può essere ammirato da un belvedere che si trova sulla strada che collega Péreyres a Lachamp- Raphael, ma anche raggiunto dopo una camminata di 15 minuti lungo un sentiero ben segnato.  Si tratta di un sito di origine vulcanica dove una splendida cascata d’acqua sgorga in mezzo a due pareti di basalto.
Photo credits:
Immagine d’apertura: Pixabay.com
Museo della Lavanda:  Pixabay.com
Cascata del Ray-Pic : Pixabay.com

©RIPRODUZIONE RISERVATA