Donnavventura: ecco la mia squadra

Passa, taglia, scivola, scatta, tira… ma soprattutto difendi!!! Gergo cestistico a cui sono abituata e che spesso in spedizione mi manca.
I principi però sono gli stessi: passione e dedizione, umiltà e voglia di imparare, per migliorare sempre.

E mentre a casa c’è chi suda anche per me in palestra, e si butta su ogni palla a spicchi che rotola sul parquet, qui ho altre cinque paia di occhi che mi guardano: cinque nuove compagne di squadra.

Ed io decido di metterle e mettermi nuovamente alla prova: abbiamo galoppato in sella a cavalli bianchi, percorso migliaia di chilometri alla guida dei pick up, pedalato sulle ripide discese scoscese dell’isola di Porquerolles ed è arrivata l’ora di cimentarsi con uno sport acquatico: il kitesurf!

Ma a Donnavventura il tempo è tiranno e la carovana scalpita per ripartire, non c’è tempo per apprendere tutte le nozioni che ci permetterebbero di fare kite da sole, ma abbiamo comunque modo di provare con il wakeboard, primo passo per imparare a stare su una tavola.
Uno step alla volta. Per quanto riguarda la vela: appuntamento per far volare gli aquiloni una volta tornate a casa!

Forza squadra fatemi vedere di cosa siete capaci!! Tutte ci mettiamo il massimo impegno e devo dire che ce la caviamo egregiamente. C’è chi addirittura, forse per sbaglio, finisce su uno dei trampolini per i salti e riesce a rimanere miracolosamente in piedi! Sorrisi, occhi felici e mani che applaudono nonostante i capelli bagnati, il freddo e il vento: l’adrenalina scorre nelle vene e il sole scalda tutto, corpo, anima e cuore!

Ho sempre pensato, fin da quando ho iniziato a giocare a pallacanestro, che il lato più bello del mio sport fossero le compagne di squadra. Ne sono sempre più convinta: per quanto mi mancano, per quanto penso a loro, per quanto vorrei essere vicino ad alcune che so che in questo momento avrebbero bisogno anche solo di un sorriso o di una parola di conforto. E sono altrettanto convinta che questa sia anche la formula vincente di Donnavventura, con un’eccezione alla regola: qui squadra che vince si cambia, eccome! Solo in questo modo questa famiglia speciale si allarga. Solo così guadagna nuovi validi elementi e si arricchisce di nuovi occhi, nuove esperienze, nuove emozioni, nuove persone. In poche parole: nuove noi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA