Il Cammino del Bardolino sul Lago di Garda: 100 km di itinerari e buon vino

In Veneto, sulle sponde e nell’entroterra del Lago di Garda, è da poco nato il Cammino del Bardolino, un insieme di percorsi a piedi ideali per chi ama la natura, il buon vino e il trekking.
Si tratta di un importantissimo progetto di riqualificazione di numerosi itinerari già esistenti, ai quali si sono aggiunte diverse tappe presso alcune aziende agricole e le cantine che producono il famoso vino Bardolino DOC. L’obiettivo è quello di valorizzare il territorio della sponda orientale del Garda grazie al turismo lento, che spesso di rivela il miglior modo per visitare zone con così tanto da offrire sotto ogni punto di vista.

Pubblicità

Il Cammino del Bardolino, a piedi sul Garda

Il progetto del Cammino del Bardolino è nato nel 2016 grazie all’azienda privata Land Srl, che è riuscita a ottenere un finanziamento di 200mila euro per le spese di progettazione e realizzazione.Non è da confondere con la Via del Vino della Valpolicella, che passa sempre dal lago di Garda.
Riqualificazione dell’offerta turistica, creazione di insediamenti turistici di pregio, valorizzazioni di interscambi tra lago ed entroterra: sono questi gli obiettivi che hanno convinto la Provincia di Verona a mettere in pratica questa idea, che si è concretizzata anche grazie al contributo economico del Gruppo Di Azione Locale Baldo-Lessinia. Ed ecco che il Cammino del Bardolino, mese dopo mese, ha iniziato a prendere forma, riqualificando e unendo 18 percorsi a piedi (percorribili anche separatamente) all’interno di un’area di 130 chilometri quadrati. Sono sei, infatti, i comuni coinvolti: Garda, Bardolino, Costermano, Cavaion Veronese, Affi e Rivoli Veronese.

Cammino del Bardolino, la mappa

Alcuni itinerari si affacciano sul Lago di Garda, altri si snodano tra i vigneti o salgono su in collina regalando paesaggi mozzafiato. Tutti i percorsi, che assieme formano più di 100 chilometri, sono percorribili a piedi partendo dai centri urbani e sono contraddistinti da una segnaletica informativa all’avanguardia: 53 pannelli informativi, 281 frecce e 172 segnavia. I tracciati più brevi sono lunghi 3-4 chilometri, mentre quelli più impegnativi toccano i 20 chilometri: questo fa capire che ce n’è per tutte le difficoltà.

Il valore aggiunto del progetto è che ogni itinerario è contraddistinto da una o più tappe presso le cantine (dove si produce il Bardolino DOC) e le aziende agricole locali. L’esperienza lungo i sentieri del Cammino del Bardolino, dunque, non si limita al trekking ma si espande anche all’enogastronomia. Sono circa 60, infatti, le aziende agricole e le cantine che hanno scelto di aderire.

Cammino del Bardolino, la app

Il Cammino del Bardolino è anche smart. Grazie all’app ad esso dedicata, gli escursionisti, avranno l’opportunità di scansionare i QR code presenti su ogni pannello informativo e accedere a diverse informazioni esclusive sul percorso e sul territorio. Sullo smartphone si può anche accedere alle mappe di ciascun itinerario.
(Foto di copertina: Nuffer / Pixabay)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità