In bici in Val di Sole, lungo la ciclabile del fiume Noce

In bici in Val di Sole, lungo la ciclabile del fiume Noce

La Val di Sole è una valle bike-friendly per eccellenza, con la sua fitta rete di ciclovie, piste ciclabili, bike parks, sentieri per mountain bike e downhill. E tra le cose più belle da fare in bici in Val di Sole c’è senza dubbio la ciclabile del fiume Noce, un bellissimo modo per scoprire il territorio a ritmo lento e alla portata di tutti. «In Val di Sole c’è tutto quello che serve per soddisfare ogni tipo di approccio alle due ruote, dal più soft al più impegnativo» spiega Fabio Sacco, Direttore Generale dell’APT Val di Sole: «Inoltre abbiamo sviluppato una serie di servizi fisici e immateriali per rendere la vita dei cicloamatori più piacevole possibile. Il treno, fruibile in bici, che partendo da Trento attraversa tutta la valle, poi un’efficiente rete di bus per raggiungere le valli laterali di Pejo e Rabbi, nel Parco Nazionale dello Stelvio, e una card unica, la Val di Sole Guest Card, che consente l’accesso in bici a molte funivie aperte d’estate».
Inoltre sono sorti decine di hotel “bike friendly”, negozi-officine presenti in ogni borgo della valle e centri bike per affinare la propria tecnica.
Tutti servizi che creano l’ambiente ideale per praticare in tutta sicurezza questo sport scegliendo percorsi adatti alle proprie capacità. La Val di Sole propone ad esempio uno degli itinerari più celebri dell’arco alpino, la ciclabile del fiume Noce. Ma accanto ad essa, ci sono molti percorsi classificati in base alla difficoltà.
E poi ci sono le e-bike, le bici elettriche sempre più diffuse, soprattutto in montagna, ce danno la possibilità di fare meno sforzo per godere dei meravigliosi panorami montani.

35 km di pace lungo la ciclabile del fiume Noce
È il vanto della Val di Sole votata alle due ruote: per 35 km, da Cogolo di Peio fino a Mostizzolo, la pista ciclabile si sviluppa quasi per intero lungo il percorso del Fiume Noce, ricalcando il tracciato di antiche strade di collegamento o di strade arginali e di campagna. Una opportunità di scoprire un territorio in modo slow e alla portata di tutti: il percorso infatti non è impegnativo (copre un dislivello complessivo di 565 metri) ed è reso estremamente agevole dalla presenza dei treni Dolomiti Express (o Bike Train), sui quali è possibile salire con la bici e dei Bike Bus (che collegano il capolinea ferroviario di Mezzana alla Val di Pejo, oltre che al Passo del Tonale, e Dimaro Folgarida a Madonna di Campiglio e Carisolo). Ciò permette ai cicloturisti di scegliere l’itinerario più adatto alle proprie capacità, sapendo di poter contare sulla rete di mezzi di trasporto per risalire dal fondovalle. Ovviamente, si può partire da qualsiasi paese della valle perché ognuno dispone di centri di noleggio biciclette.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Nessun Tag per questo post