Il giro di Ischia in bicicletta

Ischia

Ischia, baciata dal sole quasi tutto l’anno, è un diamante incastonato nello splendido Golfo di Napoli e, per chi ama la bicicletta, un posto assolutamente da visitare. La più grande delle isole partenopee offre ai cicloturisti cinquanta chilometri di percorsi sterrati circondati da scorci indimenticabili e suggestivi angoli sul mare.

Pubblicità

Il tour che vi proponiamo è di 32 chilometri e si può tranquillamente compiere in giornata, con partenza e arrivo dal porto di Forio, uno dei sei comuni dell’isola. La sua strada principale è chiusa al traffico per diverse ore al giorno e questo ci permette di iniziare il nostro viaggio raggiungendo facilmente la Chiesa del Soccorso dedicata a Santa Maria della Neve, situata sulla punta di un promontorio da dove si può ammirare l’isola di Ventotene.

Lungo la strada di Citara arriviamo alla seconda tappa dell’itinerario: gli splendidi giardini “La Martella”, un parco che ospita al suo interno una raccolta di più di 3000 specie di rare piante esotiche provenienti da svariati paesi. Dai giardini si prosegue attraverso un meraviglioso tratto sul mare composto da un saliscendi tra viottoli di montagna e mulattiere che ci porta al celebre Castello Aragonese, roccaforte di antichissima origine (la prima fortificazione fu costruita nel 474 avanti Cristo), situato su una piccola isola collegata a Ischia da un cordolo che viene sommerso dalla marea.

Da qui in poi bisogna faticare, poiché per giungere al Monte Rotaro e al suo antico cratere dovremo impegnarci a superare una discreta salita, che come premio ci regalerà una vista mozzafiato dall’incantevole pineta della Maddalena.

Dopo aver osservato le fumarole, le emanazioni di vapore e gas che ci ricordano l’origine vulcanica dell’isola, riprendiamo l’ultimo tratto di strada in discesa verso il litorale di Casamicciola che ci riporta al Forio.

Credits: FlickrCC Mark

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità