4 piccoli comprensori sciistici da scoprire questo inverno

Area Vacanze Sci e Malghe Rio Pusteria, Merano 2000, Corno del Renon e Speikboden e Skiarena Klausberg: 4 piccoli comprensori sciistici a misura di famiglia da scoprire questo inverno

4 piccoli comprensori sciistici da scoprire questo inverno

In questo inverno di ritorno sulla neve potrebbe essere una buona idea rivolgersi ai piccoli comprensori sciistici per ritrovare il piacere dell’aria frizzante sul volto e della neve crepitante sotto le lamine. Le montagne son già imbiancate, gli impianti son pronti a tornare in funzione (con alcune regole legate alla situazione pandemica contingente), e le location più grandi e mondane son già tirate a lucido con i loro infiniti km di piste.

Pubblicità

4 piccoli comprensori sciistici da scoprire questo inverno

Ma oltre a ciò ci sono anche comprensori più piccoli, a misura d’uomo verrebbe da dire, dove apprezzare i ritmi più rallentati, magari godere anche di minori assembramenti e traffico in pista, e tuttavia godere di tutte le emozioni della montagna in inverno. Come questi 4 piccoli comprensori sciistici da scoprire questo inverno in Alto Adige.

Gitschberg Jochtal

Oltre 55 km di piste, 15 impianti di risalita collegati tra loro grazie ad un carosello, baite, ristoranti e rifugi in pista e a valle: il comprensorio Gitschberg Jochtal (chiamato anche Area Vacanze Sci e Malghe Rio Pusteria) è una vera gemma dell’Alto Adige che si affaccia con discrezione sia sulla Val Pusteria che sulla Valle Isarco. È la meta ideale per famiglie con bambini e begginers che qui possono trovare discese adatte a tutti e tanto divertimento, ma anche per sciatori esperti che scelgono comunque la tranquillità di piste poco affollate e sempre perfettamente innevate per mettere alla prova le proprie doti. Sci, snowboard, escursioni, discese mozzafiato in slittino, ciaspolate, freestyle, Fun Ride, parco giochi e non manca nemmeno lo sci in notturna: la seggiovia Brunner permette di affrontare discese serali su una pista perfettamente illuminata.

L’hotel – Incastonato in un paesaggio idilliaco, SILENA The soulful hotel è un retreat esclusivo che pone l’anima al centro di ogni cosa, coccola il corpo e soddisfa il palato. È il punto di partenza ideale ski-in ski-out per piacevoli giornate sulla neve e il rifugio dove tornare dopo lo sci per godersi un meritato relax nella bellissima spa di 1.550 mq, concedersi un massaggio nel centro wellness, nuotare nelle tiepide acque dell’infinity pool esterna, leggere un libro o ascoltare musica nella stanza del silenzio. Ma anche sorseggiare un thé nella Haiku Lounge e lasciarsi conquistare dalla cucina gourmet dello chef Christian Senoner che, nel pieno rispetto della filosofia dell’hotel, fonde i sapori dell’Oriente con la tradizione altoatesina.

4 piccoli comprensori sciistici da scoprire questo inverno

L’offerta “Winter soul 4=3” (dal 19 al 23 dicembre) prevede 4 pernottamenti al prezzo di 3 a partire da € 483,00* a persona in camera doppia Superior (da domenica a giovedì) con uno sconto del 50% sullo skipass giornaliero. Inoltre, su richiesta l’hotel organizza il giro del Sellaronda, l’imponente Massiccio del Sella con ben 26 km di piste, con una guida specializzata per provare l’emozione di una giornata sugli sci diversa dalle altre! (skipass e sosta al rifugio a carico dei partecipanti).

Merano 2000

Solo 7 minuti: questo il tempo che ci vuole per arrivare in funivia dall’altipiano di Avelengo (poco sopra Merano) direttamente in Paradiso. Merano 2000 è il comprensorio che non ti aspetti, una vera oasi bianca con piste ampie e sempre battute (40 km di discese di varie difficoltà in grado di soddisfare sciatori di tutti i tipi, famiglie con bambini, principianti alle prime armi o chi non può fare a meno dell’adrenalina), un panorama mozzafiato, 15 rifugi per deliziare il palato e tanto tanto sole per godere di indimenticabili giornate sulla neve. Non solo. Per i più piccoli un Outdoor Kids Camp con i “tappeti magici”, per i più intrepidi in cerca di emozioni un bellissimo snowpark con salti e acrobazie, per chi ama il fondo o lo sci alpinismo fantastici tracciati nella natura. In più, da non perdere un giro sull’alpin bob, le montagne russe sulle neve adatte a grandi e piccini.

4 piccoli comprensori sciistici da scoprire questo inverno

Dove dormire – Allo Josef Mountain Resort, 4 stelle proprio di fronte alla stazione di partenza della cabinovia di Falzeben: un rifugio davvero speciale per chi vuole vivere la montagna a 360°. Piste innevate, sentieri battuti per passeggiate nel bosco, ciaspolate e nordic walking, anello per lo sci di fondo: tutto a pochi passi dall’hotel. E dentro, un mondo di coccole: dall’esclusiva Forest Sauna che sconfina letteralmente nel bosco e si affaccia su un panorama che riconcilia corpo e mente alla grande Forest Spa di 1300 mq con piscine, interna ed esterna, mondo delle saune, percorsi sensoriali, idromassaggi e un centro wellness dove lasciarsi conquistare da massaggi, trattamenti e proposte ayurvediche per fare il pieno di energia vitale e ridurre lo stress da città. A dicembre, “Short stay – Ski opening” (dall’11 al 18) offre 5 notti al prezzo di 4 (con arrivo sabato, domenica, lunedí e martedí), 4 skipass giornalieri per due persone, lezione privata di sci per due persone della durata di 2 ore, 10% di sconto sul noleggio dell’attrezzatura da sci e tutti i servizi speciali dell’hotel.

Corno del Renon

3 skilift e 1 cabinovia a 8 posti, 13 km di piste da sci, circa 30 km di sentieri escursionistici invernali, 3,5 km di pista da fondo “Schönalm” con un fantastico panorama sulle cime innevate e una pista per slittini lunga 3,7 km: sul Corno del Renon il divertimento assicurato. Qui, la neve farinosa e luccicante sulle piste dolci e larghe è ideale per avvicinarsi in maniera rilassata allo sport invernale. L’atmosfera understated sulla pista e le eccezionali baite sparse qua e là rendono la piccola ed elegante area sciistica una meta consigliata per famiglie (ci sono sentieri praticabili anche con i passeggini) e per intenditori desiderosi di caricarsi di sole invernale lontani dal trambusto e dall’animazione del dopo sci. Discese ampie e confortevoli accessi agli impianti di risalita attirano sempre più gli appassionati snowboarder, mentre lo snowpark presso la stazione intermedia offre ai freestyler la possibilità di eseguire salti a volontà. Poco più sotto al Corno del Renon superiore la nuova area snowkite attende di essere conquistata: qui gli amanti di questo emozionante sport si lasciano trascinare su sci o snowboard con aquiloni guidabili su campi e pendii di malga innevati.

4 piccoli comprensori sciistici da scoprire questo inverno

L’offerta – “Inverno splendido – Settimana bianca in Alto Adige”: 7 notti, un bambino gratis in camera con i genitori fino a 6 anni, skipass gratuito sotto gli 8 anni, skipass a prezzi speciali per i genitori secondo il periodo scelto, skibus gratuito con RittenCard, noleggio sci a prezzo ridotto per 4 o 6 giorni, sconti per scuola sci settimanale, un’escursione guidata sul Corno il martedì, un’escursione guidata con le racchette da neve ogni mercoledì, partite di hockey su ghiaccio della Regular season del Campionato italiano nella Ritten Arena, pattinaggio gratuito sabato e domenica e un corso per l’utilizzo dello slittino in sicurezza. Non solo. Si può anche imparare a fare il pane in un maso il giovedì e parteciapre al “Teatime” presso la scuola sci ogni venerdì dalle 16 alle 17! A partire da € 290,00 a persona. Info

Speikboden e Skiarena Klausberg

Sorelle della più celebre Plan de Corones, indiscussa numero uno (32 impianti di risalita e 119 km di piste tra cui le famose “Black 5”, cinque piste di particolare difficoltà per gli sciatori più esperti), le due aree sciistiche fanno comunque parte del comprensorio “madre” che dà il nome a tutta l’area. Speikboden, situato tra Campo Tures e Lutago, è un circuito piccolo ma altrettanto vario e assicura divertimento sia agli sciatori (su 38 km di piste) sia agli amanti dello snowboard e del freeride nel Fun Park. Mentre la Skiarena Klausberg è un comprensorio a misura di famiglia con una scuola di sci con 45 istruttori, piste perfettamente preparate e neve garantita per tutta la stagione. Due mete fuori dal circo bianco più affollato ma con un ventaglio di proposte che promettono divertimento e relax.

4 piccoli comprensori sciistici da scoprire questo inverno

L’indirizzo giusto – Outdoor life, sport, relax, benessere, buona tavola: non manca nulla al Bonfanti Design Hotel di Chienes e nulla viene trascurato, dai servizi navetta per gli sciatori alle attenzioni riservate a chi ha bisogno di quiete e coccole in spa, dal divertimento per i più piccoli ai programmi per le famiglie, dagli amanti della buona tavola a chi cerca un hotel con ottimo rapporto qualità/prezzo. Un 4 stelle completamente rinnovato nei suoi spazi indoor (stanze spaziose e dal design contemporaneo, saune, piscina, bagno turco, whirpool, snow room…) e outdoor (piscina esterna di 25×8 mt riscaldata tutto l’anno, sauna panoramica con vista sulle montagne e laghetto balneabile). Eccellente la cucina dello chef Maurizio Lauriola, che fonde con la giusta dose di creatività e tradizione sapori mediterranei e ricette altoatesine. “Natale al design” è l’offerta valida dal 19 al 25 dicembre: 7 notti con pensione ¾ da Euro 805,00 a persona. Dal 26/12 all’1/1, invece, 7 notti in formula b&b da Euro 140,00 al giorno a persona. Sempre inclusi i tantissimi servizi speciali.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Nessun Tag per questo post