La Scufoneda, la festa del telemark a Moena – Val di Fassa

scufoneda_0

A Moena – Val di Fassa dal 7 all’11 marzo è in programma la XXI edizione della “Scufoneda”, un festival internazionale dedicato al telemark e al freeride. Un appuntamento classico per gli amanti di questa disciplina, “a tallone libero”, nata in Norvegia a metà del 1800. Quattro giornate alla scoperta dei pendii innevati dell’Alpe Lusia e del Passo San Pellegrino con escursioni davvero uniche sia in pista che fuori pista.

Pubblicità

>>Leggi anche: Alpe Lusia-San Pellegrino, 100 km di piste da sci e tante occasioni di divertimento

scufoneda_1Quattro giorni di divertimento con e senza sci

Molti gli appuntamenti previsti allaScufoneda 2018 con diversi tour in pista e fuoripista sempre accompagnati da guide esperte nelle zone di Passo San Pellegrino e Falcade e sul ghiacciaio della Marmolada. Il programma prevede anche momenti dedicati al relax con la possibilità di fare un tuffo in piscina, piuttosto che in saune e centri benessere, mentre in serata nel villaggio creato per l’occasione non si può rinunciare a gustare i piatti tipici della gastronomia trentina.

>>Leggi anche: Alpe Lusia-San Pellegrino, dalla pista degli innamorati alla sfida sugli sci in notturna

Far conoscere il telemark ai più giovani

“Teleboys&girls” è  l’iniziativa che vuole coinvolgere i più giovani (under 17) e far conoscere loro il mondo del telemark con corsi gratuiti di avvicinamento a questa specialità rivolti a sciatori già esperti che vogliono scoprire un nuovo modo di vivere la montagna, ma anche per neofiti incuriositi da questo particolare stile di sciata.

>>Leggi anche: Sanpe Snowpark, a Passo San Pellegrino fare snowboard è adrenalina pura

scufoneda_4Cos’è il telemark

Il telemark è tecnica sciistica inventata da Sondre Norheim, uno sciatore proveniente dalla contea norvegese di Telemark a metà dell’Ottocento. Le prime gare di sci si disputavano utilizzando proprio questa tecnica. Il tallone sbloccato, come nel fondo, permette una grande libertà di movimento in pianura e in salita, ma rende lo sciatore piuttosto instabile in discesa. Questo problema viene risolto dalla nuova virata, che consente discese sempre più ripide soprattutto in nevi profonde, non battute. L’arrivo di tecniche più moderne ha soppiantato questo stile che però ha ancora tantissimi estimatori e che rimane in ogni caso l’esclusivo sistema di atterraggio adottato dai saltatori dal trampolino.

>>Leggi anche: 7 motivi per provare lo sci telemark

 

[photo credits: scufons.com]

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...