Il primo ‘paese dal cielo oscuro’ del mondo è l’isola di Niue

paese-cielo-oscuro

L’isola di Niue, piccola nazione nell’Oceano Pacifico meridionale a 2400 km a nord est della Nuova Zelanda, è stata dichiarata ‘primo paese dal cielo oscuro del mondo’.
Cosa significa ‘paese dal cielo scuro’? È una certificazione che viene data dalla IDA, International Dark-Sky Association, una organizzazione no profit dedicata alla conservazione della natura, dell’ambiente notturno naturalmente buio, preservandolo dall’inquinamento luminoso artificiale.

Pubblicità

 

Il paese dal cielo oscuro, Niue

Così la IDA sta stilando un elenco di nazioni in cui la luce è il più possibile naturale, un indice chiamato International Dark Sky Place. Vuol dire che si tratta di paesi che cercano di portare avanti politiche di illuminazione responsabile per preservare il più possibile l’ambiente dalla luce artificiale; vuol dire che un viaggio qui è un’esperienza unica.
I siti ‘scuri’ accreditati in tutto il mondo sono circa 130, inclusi parchi, riserve e comunità locali, ma mai prima d’ora l’onore è stato conferito a un intero paese come questo.
“Essere il primo intero paese a diventare una nazione dal cielo oscuro è un risultato enorme per una piccola nazione del Pacifico con una popolazione di poco più di 1.600”, ha dichiarato afferma Felicity Bollen, CEO di Niue Tourism.

 

L’inquinamento luminoso

Quello dell’inquinamento luminoso non è uno scherzo: la proliferazione della luce elettrica è così grave che si stima che un terzo dell’umanità non possa più vedere la Via Lattea. Negli ultimi anni, il problema è stato aggravato anche dalla moltiplicazione delle fonti di inquinamento luminoso in orbita terrestre bassa. Così associazioni come la IDA cercano di sensibilizzare sul tema: il titolo di International Dark Sky Places è solamente un’onorificenza e non ha alcun valore legale, ma dimostra come i paesi possano intervenire con politiche di tutela dell’ambiente.
Nel caso di Niue, il governo ha messo in atto strategie per preservare i cieli oscuri del paese, compresi gli sforzi per sostituire i lampioni su tutta l’isola e migliorare l’illuminazione domestica, oltre a misure per eliminare l’inquinamento luminoso inutile.
(credit fearlessRich – https://www.flickr.com/photos/96483949@N00/200456981/, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2813970)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità