Un’idea straordinaria: gita all’Idroscalo

Il “mare dei milanesi” è nato come bacino d’atterraggio per gli idrovolanti negli anni ’30, e al termine della guerra il grande parco nei pressi dell’aeroporto di Linate è diventato in breve tempo la meta preferite delle gite alle porte della città, non solo per la possibilità di balneazione, ma soprattutto per l’opportunità di praticare numerosi sport d’acqua, dal canottaggio al windsurf, dalla canoa allo sci nautico e alla vela.

Pubblicità

Nel 1960 l’Idroscalo entra definitivamente nell’immaginario collettivo dei milanesi oltre che nella storia del cinema, quando Luchino Visconti gira proprio sulle sue rive la scena più celebre del suo capolavoro “Rocco e i suoi fratelli”. Storia, sport, cultura e svago s’intrecciano attorno al bacino milanese, che in alternativa alle attività sull’acqua offre una serie di percorsi sia a piedi che in bicicletta nel vasto parco e nelle campagne che lo circondano.
Oltre naturalmente ai numerosi punti di ristoro, alle aree attrezzate per pic nic, a docce e spogliatoi per chi pratica sport.

Questo e altri itinerari a cura di Sportoutdoor24 sono raccontati (anche in inglese) nella guida Milano Straordinaria 2015-16.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità