La fioritura dei rododendri nell’Oasi Zegna, uno spettacolo imperdibile

La fioritura dei rododendri nell'Oasi Zegna, uno spettacolo imperdibile

Ogni anno la fioritura dei rododendri nell’Oasi Zegna è lo spettacolo imperdibile che segna la riapertura con la bella stagione della vasta area naturale ad accesso libero estesa per circa 100 km quadrati sulle Alpi biellesi.
A un’ora e mezza da Milano e Torino, l’Oasi Zegna in questo periodo si veste di molteplici volti, uno più suggestivo dell’altro: la parte bassa (che parte da Trivero Valdilana a circa 800 mt.) accoglie le fioriture primaverili, mentre la parte alta (attorno ai 1400 mt.) si risveglia definitivamente dall’inverno con bucaneve e narcisi. Questa è la stagione più emozionante e la Strada Panoramica Zegna diventa il collegamento tra le tante esperienze da vivere sul territorio come appunto la visita, guidata o in autonomia, della Conca dei Rododendri appena sopra Trivero Valdilana, sede ancora oggi del Lanificio Zegna e di Casa Zegna, archivio storico e polo museale.

Pubblicità

La Conca dei Rododendri, attraversata dal sentiero 1 dell’Oasi Zegna (facile e adatto a tutti), tra il 15 maggio e i primi di giugno fa sfoggio di un’incredibile palette di colori: i rododendri provenienti dai vivai del Belgio, scelti per l’importante opera di valorizzazione di Ermenegildo Zegna a partire dagli anni Trenta del Novecento, soprattutto nelle varianti Ponticum (fucsia) e Hibridies, offrono uno spettacolo indimenticabile. Un’esplosione di bianchi, rossi, rosa e viola di singolare intensità e bellezza.

Durante le visite con le guide naturalistiche di OverAlp il pubblico riceve informazioni dettagliate sulle caratteristiche e sulle curiosità legate al fenomeno delle fioriture. Le uscite in calendario si tengono nei weekend del 15-16 maggio; 22-23 maggio; 29-30 maggio e mercoledì 2 giugno (info e prenotazioni sul sito di Over Alp).

OverAlp propone anche i Giovedì dell’Oasi Zegna (20 e 27 maggio) che abbinano la scoperta della Conca fiorita con escursioni più lunghe a partire da Cascina Il Faggio e I Risvegli di Primavera (sabato 22 e sabato 29 maggio), pacchetti di benessere assoluto con l’escursione fino alla Conca, il pranzo alla Cascina Il Faggio e un’esperienza di Bare footing.

Per vivere in tutta sicurezza l’esperienza è stato predisposto un senso unico di percorrenza dei sentieri che attraversano la conca. I ristoranti, le locande e gli agriturismi sono aperti nel rispetto delle normative del territorio. Sono a disposizione del pubblico anche aree picnic attrezzate per soste all’aria aperta.

Le fioriture dei rododendri sono anche l’occasione per visitare l’installazione di Casa Zegna a cura di Laura Pugno “Fading Loss – cronache dal bosco” e le opere site specific del progetto ALL’APERTO realizzate da artisti internazionali che sono intervenuti in particolari aree del territorio a libero accesso. La Conca dei Rododendri, in particolare, è caratterizzata dall’opera di Dan Graham “Two Way Mirror/ Hedge Arabesque”: una struttura in acciaio e vetro a rifrazione differenziata che avvolge i visitatori in un gioco di riflessi, moltiplicandone gli sguardi sul paesaggio circostante.

Sul territorio si può sostare in numerose locande, agriturismi e piccole strutture che offrono una calda e tipica ospitalità di montagna, perlopiù con produzioni locali a km0. Tra tutte, un soggiorno all’Albergo Ristorante Bucaneve (in località Bielmonte, a 1482 mt.) offre l’ideale completamento dell’offerta Oasi Zegna. Il calore di casa, la cura per i dettagli e per le piccole cose che rendono felici, la buona cucina, l’amore per un luogo inserito in una natura lussureggiante regala benessere e permette di riappropriarsi dello spazio e del tempo. L’Albergo conserva arredi e strutture originarie realizzati su progetto del famoso architetto Luigi Vietti attorno agli anni Cinquanta. Offre noleggio mtb ed E-bike ed un’area wellness con vista panoramica. Bielmonte offre diverse esperienze: ci si può comodamente spostare verso il Bosco Avventura (percorso tra gli alberi per i più piccoli), verso il divertente rolba rub (un bob a rotelle per discese adrenaliniche) e sui numerosi sentieri tra i quali Il Bosco del Sorriso (un percorso bioenergetico ad anello che invita ad abbracciare gli alberi) e i percorsi di Forest Bathing, faggete particolarmente ricche di monoterpeni ideali per il proprio benessere.

L’Oasi Zegna

L’Oasi Zegna è una vasta area naturale ad accesso libero estesa per circa 100 km2 sulle Alpi biellesi. Attraversata dalla strada Panoramica Zegna, si raggiunge in un’ora e mezza da Torino e Milano. Una montagna autentica da vivere in maniera slow, ideale per le famiglie, ma anche per gli sportivi e appassionati di natura, animata tutto l’anno da attività e iniziative, tra sport, divertimento, cultura del territorio e valorizzazione dei sapori tipici. L’Oasi Zegna, primo esempio di mecenatismo ambientale in Italia, nel 2014 ha ottenuto, unico caso in Italia, il Patrocinio del FAI Fondo Ambiente Italiano.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Nessun Tag per questo post