I 5 peggiori ecomostri delle coste italiane

Gli scheletri di Pizzo Sella, Palermo
I ruderi di 170 ville edificate dalla mafia a partire dagli anni’70 (un milione di metri quadrati di cemento) popolano ancora un’area con vincolo idrogeologico. Le operazioni di demolizione sulla cosiddetta “collina del disonore” non sono state mai portate a termine.

Credits: lorca56

Avete presente quando affittate una casetta vicino al mare e un bel muro di cemento armato vi distrugge una vista spettacolare? Di questo e altri problemi si è occupata Legambiente nel suo rapporto annuale Mare Monstrum, mettendo nero su bianco la situazione che riguarda i reati compiuti in ambito marino. Delle  14.504 infrazioni contate solo nel 2013 (con una media di circa 40 infrazioni al giorno), localizzate per la grande maggior parte al Sud, sono molte infatti quelle che riguardano l’abuso edilizio.

L’associazione ambientalista ha svolto il tradizionale “concorso” dei peggiori mostri dell’anno, per dare visibilità al fenomeno dell’abusivismo nella speranza che le istituzioni intervengano a fermarne il catastrofico impatto ambientale. Ecco nella gallery la Top 5 degli obbrobri di cemento illegale.

(E se volete deprimervi ancora un po’, qui trovate una carrellata dei disastri ambientali più gravi della storia.)

Clicca ‘Mi Piace‘ e segui anche la nostra pagina Facebook Sportoutdoor24

©RIPRODUZIONE RISERVATA