Alex Zanardi e la prima handbike elettrica

zanardi-handbbike

Alex Zanardi, insieme all’ente di gestione turistica Visit Elba ha realizzato la prima handbike elettrica, pensata per tutti, per poter fare escursioni sulle strade dell’Isola d’Elba con la pedalata assistita. Il progetto si chiama #Elba4All e ha visto lo sviluppo di questa bici realizzata con caratteristiche tali da valorizzare l’esperienza attiva di fruizione dell’outdoor all’Isola d’Elba. La nuova handbike, presentata a Milano al salone Eicma 2019 nello spazio di Polini Motori (fornitore del motore), è disponibile in quattro esemplari, già disponibili per essere provata sui percorsi elbani.

#Elba4All è stata collaudata dallo stesso Zanardi sui diversi percorsi elbani, insieme ad altri atleti come Pierpaolo Addesi, bronzo nella categoria MC5 ai Mondiali 2018, Giancarlo Masini, bronzo nella categoria MC1 alle Olimpiadi di Rio 2016, e Fabio Anobile, bronzo nella categoria MC3 alle Olimpiadi di Rio 2016.
>> LEGGI ANCHE: L’Elba a piedi, 7 nuovi trekking

Elba4All, la handbike a pedalata assistita di Alex Zanardi

Sempre più considerata “palestra a cielo aperto”, l’isola d’Elba è ideale per gli sportivi, professionisti e non, che, approfittando di un clima asciutto e temperato, vogliono riprendere la forma in primavera o continuare ad allenarsi in autunno e inverno. Ma è anche meta ideale per chiunque – cicloturisti, famiglie e persone con esigenze speciali – voglia godersi i profumi del mare e della macchia mediterranea lungo i 400 km di percorsi disponibili. Qui puoi leggere del nostro itinerario in e-bike sul Monte Calamita.
Qui sotto invece Zanardi prova la bici che ha progettato per le strade elbane e ci racconta com’è.

#Elba4All è il primo modello di handbike a pedalata assistita su misura di una destinazione turistica. Realizzato dall’azienda CGDE, il nuovo modello di handbike a pedalata assistita #Elba4All, appositamente studiato e progettato per godere appieno dei percorsi stradali e outdoor dell’Isola d’Elba, è caratterizzato da:
1. Un motore con potenza di 250W prodotto dall’azienda italiana Polini e dotato di doppia batteria da 500W che, garantendo un’autonomia di oltre 220 km, consente di fare il giro dell’intera isola.
2. Un telaio progettato e prodotto interamente in Italia, rispettivamente da Blacklinerr e CGDE, adatto alla grande varietà di terreni e dislivelli elbani e che assicura un’estrema sicurezza e comodità in ogni circostanza, anche con pendenze fino al 20%, non solo per i professionisti ma anche per gli amanti della bicicletta.
3. Un design inclusivo che rende accessibile l’handbike a tutti gli ospiti, sia persone con disabilità sia normodotate.
4. Una posizione di guida più bassa rispetto alle mountain bike che garantisce un punto di vista insolito e originale durante l’esplorazione della natura.
>> LEGGI ANCHE: Gli sport e gli eventi dell’Isola d’Elba

 

Per approfondire

Dove andare in bici in Toscana, i percorsi più belli

La Via di Matilde da Mantova a Lucca

Bici elettrica economica, le occasioni da non perdere

La Rota Vicentina, le tappe del cammino più bello del Portogallo

12 terme all’aperto (gratis)

Dove fare il bagno nudi in Italia

©RIPRODUZIONE RISERVATA