Austria in bici da corsa, i percorsi e le salite del Tirolo

tirolo-Bici-da-corsa-Kühtai-Tirol-Werbung-Oliver-Soulas

 

Una vacanza in Austria in bici da corsa è un’esperienza di cicloturismo fra le più entusiasmanti che si possano fare e i percorsi e le salite del Tirolo sono fra le più belle d’Europa. Le Alpi austriache vicine all’Italia hanno strade e valichi che regalano panorami definitivi e sono adatte a tutti, dagli appassionati di ciclismo a chi viene da queste parti per fare escursioni più leggere, che siano in bici da strada, mountain bike o bici elettriche. In estate le possibilità sono davvero infinite, dagli sterrati per le MTB ai passi più duri e ripidi per chi ha le gambe allenate, o una e-bike ben assistita. Il Tirolo detiene alcuni record in fatto di salite, dislivelli e altitudine delle strade da percorrere sui pedali. Da Ötztal, la valle di Sölden, alla strada che da Kufstein va a Innsbruck, al Kitzbüheler Horn (la strada più ripida di tutta l’Austria), la regione montana ne ha per tutti i gusti. In estate ci sono inoltre molti eventi e gare in bici di tutti i tipi, alcune anche molto impegnative. E l’ente turistico ha messo a punto e mappato 10 percorsi imperdibili, dal nome 10 Great Rides, che un appassionato no può perdere. Inoltre nelle cittadine, in cui è facile trovare persone locali che parlano anche in Italiano, si trovano servizi di noleggio, trasporto bici e bagagli e assistenza molto puntuali, efficienti ed economici. Ecco perché il Tirolo può essere considerato il paradiso delle bici da corsa. Vai avanti a leggere per conoscere i percorsi più belli da fare in bici da corsa in Tirolo, e le informazioni per farli.

 

 

Vacanze in Austria in bici da corsa sulle strade del Tirolo

Ci sono gli appassionati della bici che fanno 40 km al giorno tutti in piano. E poi ci sono i veri ciclisti, quelli che investono ogni weekend della stagione sui pedali di biciclette costosissime degne di un professionista, quelli che non mangiano una briciola più di quello che serve alle proprie performance e che dedicano le vacanze alla propria passione: a loro, servono strade ben tenute, sicure, panoramiche e soprattutto servono molte salite impegnative con cui mettersi alla prova ogni giorno. Le strade montane tirolesi sono il paradiso per i ciclisti da strada e le bici da corsa, ti mettono davanti a una serie di sfide con le loro salite da record.

tirolo-Bici-da-corsa-Brandenberg-Tirol-Werbung-George-Marshall.

 

Il valico più alto dell’Austria

Il Tirolo in estate sembra fatto su misura per loro: in tutta la regione ci sono più di 3.800 km di strade e piste ciclabili e sentieri asfaltati ad hoc per la bici da corsa, Per chi ama la fatica, c’è una salita dopo ogni curva. L’estremo viene raggiunto nella Ötztal, la valle di Sölden e dei ghiacciai, ben conosciuta dagli sciatori. Da queste parti il ciclista può pensare di pedalare verso il Passo Rombo, il valico stradale più alto di tutta l’Austria sul quale è disegnato il confine nazionale e dal quale si scende verso la Val Passiria e Merano.

Nonostante l’altitudine (2474 metri), questa non è la strada “pedalabile” più alta: appena fuori Sölden, infatti, si può fare una deviazione a destra e prendere quella che finisce tra i ghiacciai del Rettenbach e del Tiefenbach: sono circa 14 km di asfalto (pochissimi i tornanti, a fronte di lunghi rettilinei in salita) con il 10,5% di pendenza media che arrivano a quota 2.830 metri attraversando il tunnel Rosi-Mittermeier, il più alto delle Alpi, dove d’inverno si passa con gli sci.

Da queste parti è normale pedalare tra due muri di neve: dato che poi a queste altitudini l’ossigeno è rarefatto, i vostri polmoni e i vostri muscoli saranno messi a dura prova e la vostra impresa sportiva avrà ancora più valore.

 

Qui trovi informazioni e spunti per una vacanza in bici da corsa in Tirolo

 

 

La salita più dura del mondo, da Kufstein a Innsbruck

Siete mai stati a Montecarlo? Chiunque entri – in auto, in moto o perfino in bici – all’interno del Principato di Monaco non può fare a meno di percorrere qualche curva del tracciato urbano di Formula Uno per vedere l’effetto che fa. Lo stesso accade agli appassionati di ciclismo che – almeno una volta nella vita – sognano di pedalare sulle strade dei campioni e delle grandi gare passate alla storia: vale per le côté della Roubaix, per alcuni tornanti del Giro d’Italia e del Tour de France.

E, dal 2018, vale anche per alcune salite del Tirolo dove a settembre si è tenuta una memorabile edizione dei Mondiali di ciclismo su strada.

 

tirolo-Bici-da-corsa-Innsbruck-Tirol-Werbung-Franz-Oss

 

“Il tracciato più duro che abbia mai visto”, lo ha definito il nostro Vincenzo Nibali.
I 258 chilometri del percorso prevedevano la partenza da Kufstein e l’arrivo a Innsbruck, dopo un tratto di 80 km relativamente tranquillo, seguito da un circuito ad anello da ripetere più volte con due passaggi estremi – l’ascesa a Igls e soprattutto la Höttinger Höll – “L’inferno di Hötting” – una salita sopra il centro cittadino lunga poco più di 3 km, con una pendenza media del 13% e picchi del 28%!

Dal giorno in cui questa strada ha ospitato l’impresa mondiale dello spagnolo Alejandro Valverde, sono migliaia i turisti che arrivano in Tirolo per imitarne le gesta e mettersi alla prova scalandola in bici.

 

 

La gara ciclistica amatoriale più dura delle Alpi

Su queste strade il prossimo 1 settembre diverse centinaia di italiani correranno la Ötztaler Radmarathon, da anni considerata la gara amatoriale più dura di tutte le Alpi, lunga 238 km e con 5500 metri di dislivello positivo: si parte e si arriva a Sölden, percorrendo un anello a cavallo del confine italiano, con passaggi su quattro passi (Kühtai, Brennero, Giovo e Rombo) e attraversando Innsbruck e Vipiteno.

Non è necessario farla tutta se non sei davvero allenato e ambizioso, ma anche solo un pezzo, con una salita di queste, è un’esperienza da fare.

 

La strada più ripida, il Kitzbüheler Horn

E se tutto questo dovesse sembrare poco “challenging”, non rimane che scalare la strada più ripida di tutta l’Austria – il Kitzbüheler Horn, la montagna sopra la celebre stazione invernale, 950 metri di dislivello positivo da consumare in pochissimi chilometri.

 

10 Great Rides

Sono dieci i percorsi in Tirolo che ogni vero ciclista dovrebbe provare una volta nella vita. Li chiamano “10 Great Rides”: tra gli altri, oltre ad alcune grandi salite già citate, ci sono anche la strada alpina Zillertaler Höhenstraße (solo 34 km ma 1590 metri di dislivello spalmati su cinque salite), il durissimo Olympia Express (il giro dei villaggi tutti intorno al capoluogo Innsbruck, 172 km di continui saliscendi senza un metro di pianura), il Giro dell’Alpbachtal (117 km e 2500 metri di dislivello ma tutti sotto i 1200 metri di altitudine).
Per i meno allenati c’è il più accessibile “Giro del Lago Bannwaldsee” nella valle Tannheimertal (95 km e poco più di 1000 metri di dislivello).

tirolo-Bici-da-corsa-Ranggen-Tirol-Werbung-Oliver-Soulas

 

 

Qui tutte le informazioni per fare i percorsi delle 10 Great Rides

 

Mappe e assistenza per le bici in Tirolo: come fare

In Tirolo, le soluzioni tecnologiche servono anche ad aiutare il turista: pensiamo alle funivie all’avanguardia, a sistemi di prenotazione online efficientissimi ma anche semplicemente alle tracciature GPS dei percorsi per i ciclisti, facilmente e gratuitamente scaricabili anche sul sito ufficiale www.tirolo.com.

 

tirolo-Bici-da-corsa-Alpbachtal-Kerschbaumersattel-Tirol-Werbung-George-Marshall

 

Ciclisti professionisti del posto hanno così realizzato le mappe dei tracciati con coordinate e dati GPS, aggiungendo una serie di consigli tecnici su come affrontare le salite e su come impostare l’allenamento.

 

Altri consigli per una vacanza in Tirolo in estate

 

I consigli sulla bici da corsa

I consigli per andare in mountain bike

 

 

(foto Tirol Werbung)

 

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA