Com’è fatta una corda da arrampicata?

Corde Arrampicata Alpinismo

 

È il simbolo dell’arrampicata per eccellenza, quella parte di attrezzatura che meglio rappresenta questo sport. La corda è di fatto lo strumento al quale ogni scalatore ‘appende’ letteralmente la proprio vita.

 

 

Che cos’è una corda da arrampicata?

Nulla a che vedere con l’immaginario comune del canapone color marrone che i nostri antenati usavano nei bei tempi andati; le corde moderne sono colorate ed ultraresistenti. La possibilità di scegliere il colore non è solo un puro sfizio estetico: le colorazioni vistose facilitano l’individuazione della corda stessa, o più in generale delle cordate impegnate in parete, ad esempio da parte dei soccorsi in caso di scarsa visibilità.

Ma colori diversi reagiscono anche diversamente quando colpiti dal sole: le corde scure si scalderanno di più rispetto a quelle chiare ed il nylon, di cui sono fatte tutte le corde, con l’azione del sole si rovina. Nessun problema però, le corde d’arrampicata soo estremamente resistenti alle intemperie come pioggia, sole, ghiaccio, sfregamenti, ecc; basti pensare che prima di essere messe in commercio, devono superare una lunga serie di test in laboratorio.

 

Com’è fatta la corda da arrampicata?

Sostanzialmente da due parti, una più esterna, la “calza”, che protegge la parte interna; ed un cuore costituito dai “trefoli”, fibre di nylon che resistono ai carichi ed agli strappi. Insieme queste due parti danno resistenza ma anche elasticità per evitare gli “strappi” in caso di caduta. In commercio esistono corde di diversi diametri e lunghezze e tutto va scelto in base al proprio utilizzo e livello anche perché le differenze di costo possono essere molto significative.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Parliamone sulla nostra pagina Facebook

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA