Come regolare la sella della bicicletta alla giusta altezza

Come regolare la sella della bicicletta alla giusta altezza

Nella sella della bicicletta la regolazione dell’altezza è probabilmente la più importante che si deve fare quando si procede al setup della propria bici. Dall’altezza della sella, e dal suo eventuale arretramento, dipendono infatti il comfort sulla bici (e gli eventuali dolori dovuti alla sua mancanza, come spiegato qui), la capacità di esprimere forza e potenza sui pedali e infine la prevenzione di alcuni disturbi come il mal di schiena.

Ma qual è la giusta altezza della sella rispetto alle dimensioni della bici e all’altezza del ciclista? Come si calcola? E come si regola correttamente?

Come calcolare la giusta altezza della sella della bicicletta

Per calcolare la giusta altezza della sella di una bicicletta in base alle dimensioni della bici e all’altezza del ciclista ci sono diversi metodi, alcuni empirici altri decisamente più scientifici e sofisticati:

  • Ginocchio perpendicolare al pedale nella posizione avanzata
  • Tallone sul pedale a gamba distesa
  • Punte dei piedi a terra seduto sul sellino
  • Metodo dell’altezza del cavallo
  • Metodo Hinault
  • Metodo LeMond

La regolazione dell’altezza della sella in base alla biomeccanica della pedalata

Un buon metodo, per metà scientifico e per metà empirico, per regolare l’altezza della sella, in particolare nelle bici da corsa, è quello di partire dalla corretta biomeccanica della pedalata. Numerosi studi scientifici hanno infatti ormai stabilito che esiste una ben precisa posizione che permette di esprimere la massima potenza sui pedali con il minor consumo energetico. Massima resa con il minimo sforzo: questa posizione biomeccanicamente vantaggiosa si chiama KOPS, Knee Over Pedal Splinde, e consiste nel fatto che quando il pedale si trova parallelo al suolo nella posizione avanzata il ginocchio è allineato in verticale con il punto d’appoggio del piede sul pedale, che è il metatarso. È la posizione più naturale dal punto di vista biomeccanico: con il ginocchio più avanzato si enfatizza la potenza ma con maggior dispendio muscolare; con una posizione del ginocchio più arretrata si è più comodi ma si mette anche meno potenza sui pedali.

> Leggi anche: Cosa compare: MTB o bici da strada?

Come trovare la giusta altezza di sella rispetto alla posizione in bici

Per regolare correttamente l’altezza della sella rispetto alla posizione in bici ci sono un paio di metodi empirici, come quello che prevede di pedalare all’indietro appoggiando il tallone sul pedale (e la posizione corretta sarebbe quella che permette di distendere completamente la gamba quando il pedale è in posizione verticale verso il basso) oppure quella utilizzata da moltissime persone che consiste nel trovare la posizione di equilibrio sulle punte dei piedi una volta seduti sul sellino: sono metodi appunto empirici, pratici ma anche sconsigliati perché soggetti ad ampi margini di errore.

> Leggi anche: Comprare una bici in carbonio: differenze e vantaggi rispetto all’alluminio

Regolare la sella della bicicletta con il metodo dell’altezza del cavallo

Il modo scientificamente più affidabile per regolare correttamente l’altezza della sella della bicicletta secondo una posizione biomeccanica conveniente è quello di partire dall’altezza del cavallo, ovvero la distanza tra il terreno e la sinfisi pubica, che è il punto di appoggio delle ossa del bacino con la sella. L’altezza del cavallo si misura appoggiandosi a piedi nudi a una parete e divaricando i piedi di circa 10cm simulando la distanza sui pedali e poi premendo sotto il pube verso l’alto con una matita prima di segnare l’altezza sulla parete. Misurata in cm, questa è l’altezza del cavallo.

> Leggi anche: Cos’è una bicicletta gravel

Calcolare l’altezza della sella rispetto a quella del cavallo

Una volta conosciuta l’altezza del cavallo si può procedere a calcolare la misura tra il centro del movimento centrale e il centro anatomico del sellino. Secondo gli scienziati americani Hamley e Thomas, autori nel 1967 del primo studio del genere, il coefficente corretto per cui moltiplicare la lunghezza del cavallo è 1.07. Dal prodotto ottenuto bisogna poi sottrarre la lunghezza della pedivella.

> Leggi anche: 9 multe impensabili che puoi prendere quando vai in bici in città

Il metodo Hinault e il metodo LeMond per calcolare l’altezza della sella

Sempre partendo dall’altezza del cavallo ci sono i metodi di due campioni come Bernard Hinault e Greg LeMond per calcolare la corretta altezza della sella. Considerando pedivelle da 170millimetri, secondo il primo il coefficente da utilizzare è 0.885 mentre per il secondo 0.883. Questione di millimetri, da cui eventualmente togliere l’eccesso di lunghezza delle pedivelle.

> Leggi anche: Come scegliere la misura giusta della bici in base alla propria altezza

Credits: FlickrCC Andrew Smith

©RIPRODUZIONE RISERVATA