Cosa mangiare durante una gita in bicicletta?

Le gite in bicicletta sono perfette per stare in forma, mantenere sano il cuore, perdere peso e migliorare l’umore generale. Da soli, con gli amici o in famiglia, il cicloturismo con bici da strada, e-bike o mountain bike è una perfetta attività primaverile, quando il tempo è mite, il caldo non fiacca ancora le gambe e la natura rifiorisce intorno a noi.

Ma se decidiamo di fare una bella gita di un giorno intero, cosa è meglio mangiare? Con quali alimenti dobbiamo riempire il nostro zaino? Cosa è meglio preferire durante una sosta a pranzo in un agriturismo o ristorante?

Lo abbiamo chiesto agli esperti di Active Sport Tours, tour operator specializzato nel cicloturismo e nell’organizzazione di viaggi in bicicletta: ecco cosa consigliano alle persone che si affidano a loro per una vacanza o una giornata in bicicletta.

Anche se spesso sottovalutata, la scelta degli alimenti è sicuramente una delle fasi più importanti della preparazione di una gita cicloturistica. Innanzi tutto è bene ricordare che andare in bicicletta, specie se si fanno delle vere e proprie “uscite” che durano più di due ore, richiede un certo sforzo fisico e di conseguenza un notevole dispendio di energie.

Proprio per questa ragione è fondamentale reidratare l’organismo e rifornirlo con gli alimenti giusti e nelle giuste quantità. 

In linea generale è opportuno mangiare circa 1-2 ore prima di iniziare a pedalare, evitando così di fare sforzi e sottrarre sangue al processo digestivo. È bene consumare carboidrati come pasta, riso e cereali, oppure anche pane: i carboidrati forniscono infatti gradualmente l’energia necessaria all’organismo evitando di rimanere senza benzina a metà strada. Vanno evitati invece i cibi troppo pesanti, carichi di proteine e grassi. Per l’idratazione, invece, è opportuno reintegrare con acqua e sali minerali.

Se invece ci coglie la fame a metà strada è opportuno rifocillarsi con acqua, eventuali bevande con sali, zuccheri semplici come miele e frutta, bocconcini di formaggio non grasso come Grana o Parmigiano, e carboidrati come le barrette energetiche.

Una volta parcheggiata la bicicletta, è fondamentale bere acqua naturale e sali minerali e prevedere uno spuntino con della frutta fresca e un piccolo panino con della marmellata o del miele. Se l’uscita in bicicletta è durata più di due ore oppure è stata di oltre venti chilometri di percorso, è opportuno reintegrare con dello yogurt e cereali, pane con marmellata, oppure miele o crema di cioccolata con le nocciole, oppure con un panino al prosciutto, che si digerisce facilmente.

©RIPRODUZIONE RISERVATA