Da Londra a Istanbul, in bici, di corsa: è la Transcontinental Race


Sabato 9 agosto, alle ore 18, Kristof Allegaert e altri 88 ciclisti sono partiti dal Westminster Bridge di Londra, proprio di fronte al Big Ben. Il loro obiettivo? Raggiungere il Rumeli Hisar, la fortezza costruita nel 1400 dal sultano Maometto II° sulle sponde europee del Bosforo. Tra la partenza e l’arrivo 3500 chilometri di Europa e solo tre punti di passaggio e di controllo obbligati. Questo, in estrema sintesi, è lo scheletro della Transcontinental Race, gara di endurance in bicicletta nata lo scorso anno su un format già famoso negli Stati Uniti - ovvero quello dell’attraversamento di un continente in sella a una bici lasciando libera interpretazione ai corridori sul miglior itinerario da intraprendere. Eccezion fatta per i checkpoint intermedi, ovviamente.

[slideshow post_id=”18372″]

Si chiama Transcontinental Race, 3500 chilometri da percorrere pedalando, in piena solitudine, contro sé stessi e il cronometro. La gara è in corso proprio in questi giorni: ecco come funziona.

Clicca ‘Mi Piace‘ e segui anche la nostra pagina Facebook Sportoutdoor24

©RIPRODUZIONE RISERVATA