I sette migliori posti d’Italia dove vedere le stelle a San Lorenzo

Pian del re, Crissolo (CN)

É l'ultimo centro abitato ai piedi del Monviso, oltre 3000 metri, la vetta più alta delle Alpi Cozie. Se per vedere le stelle bisogna andare in alto, possiamo ben dire che questo è il punto più distante da ogni altra fonte luminosa di tutte le Alpi italiane. Come dire...in mezzo al nulla. Basta arrivare all'area protetta di Pian dei Re attorno ai 2200 metri e munirsi di torce frontali per tornare al rifugio. (credit visitterredeisavoia.it)

chalet carpicorno
monviso
osservatorio nus
osservatorio asiago
etna osservatorio
monti sinillini

Sappiamo tutti che la notte in cui “cadono più stelle” non è proprio quella del 10, la notte di San Lorenzo, ma più facilmente quella del 12 o del 13 agosto. E che quelle che si vedono non sono stelle ma frammenti di meteore che, periodicamente durante l’anno, sono visibili nel momento in cui la Terra attraversa una nube di polveri lasciata dalle comete lungo la propria orbita, piccole particelle che bruciano entrando nell’atmosfera e producono le suggestive scie luminose.

> Leggi anche: Come riuscire a fotografare le stelle

In ogni caso, in queste notti, verso le ore 23 guardate verso Nord-Est e puntate il naso verso la costellazione di Perseo. E se non ci riuscite da soli, potete trascorrere la serata in uno dei tanti osservatori sparsi lungo la penisola che organizzano, insieme ai gruppi di astrofili che li frequentano, eventi sul tema che possono rivelarsi molto interessanti.

Detto che il luogo virtuale più lontano dalle fonti di inquinamento luminoso è in mezzo al mare (e per questo ci vorrebbe una bella barca alla fonda in una caletta sperduta), ecco i sette posti sette dove stare con i piedi per terra e alzare gli occhi al cielo per godere dello spettacolo naturale.

> Leggi anche: Il rifugio astronomico Prato Selva dove osservare le stelle

©RIPRODUZIONE RISERVATA