Il completo Free Thinker di The North Face, per sciare sempre e ovunque

Cosa c’è di meglio che andare a sciare con una giacca Free Thinker? Andare a sciare vestiti Free Thinker dalla testa ai piedi. L’anno scorso avevamo provato solo il capo superiore di un ideale completo a marchio The North Face, mentre invece adesso abbiamo avuto l’occasione di testare la combinazione giacca più salopette, mettendola alla prova su pista e in freeride, in mezzo a neve di ogni consistenza e condizioni climatiche disparate. E siamo sempre tornati a casa soddisfatti.

Andiamo con ordine: la giacca Free Thinker è ormai un classico del catalogo del marchio americano. Il modello di questa stagione è un aggiornamento del precedente (qui potete leggere la recensione completa), del quale mantiene inalterati linea, struttura e materiali. Su tutti ovviamente il top dei Gore-Tex, il Pro a tre strati, praticamente indistruttibile, oltre che impenetrabile per acqua e vento e traspirante in modo più che adeguato anche per un’intensa attività fisica.

Le modifiche riguardano il taglio estetico, più pulito, e soprattutto forma e posizione delle tasche: quelle basse sono adesso più ampie e verticali, invece che oblique, mentre si riduce la capienza di quelle all’altezza del petto. Si notano poi alcuni piccoli dettagli nuovi, come il copri-zip che chiude la cerniera sul collo. Per il resto, vale quanto detto a suo tempo: la giacca Free Thinker è un prodotto tecnico straordinario, perfetto soprattutto per chi pratica freeride e attività estreme (ma fa un figurone e ti fa sentire benissimo anche in pista). Prezzo di listino: 500 euro, ma online si riesce a risparmiare (anche sul sito ufficiale).

La salopette non è da meno: Gore-Tex Pro a tre strati, cuciture termosaldate e rinforzi nei punti strategici garantiscono una tenuta anti-acqua e anti-vento e una resistenza eccezionali. La vestibilità è comoda (non calza aderente) e accompagna i movimenti senza sforzo. Grazie anche a una serie di regolazioni (dai velcri in vita agli elastici interni nascosti nelle tasche delle ginocchia), ci si sente a proprio agio in qualsiasi circostanza, dalle sciate più rilassate su neve battuta, alle discese più tecniche e impegnative in neve fresca. Ci sono poi tasche in abbondanza e due aperture di ventilazione sotto le cosce.

Unico appunto: la chiusura a strappo delle bretelle è posizionata all’interno, piuttosto che all’esterno come ci si aspetterebbe; una soluzione che rende poco agevole fissarle alla medesima lunghezza. Ma è un dettaglio marginale: la salopette di The North Face (prezzo ufficiale: 475 euro) è il perfetto complemento di una divisa Free Thinker pronta a tutto.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA