Il riscaldamento globale non è davvero un problema serio per i paesi più evoluti

il-riscaldamento-globale-non-e-un-problema-per-i-paesi-piu-evoluti

Il riscaldamento globale non è davvero un problema grave per i paesi più evoluti: nei paesi più ricchi del mondo la preoccupazione per i cambiamenti climatici derivanti dal riscaldamento del pianeta non sono alte. La maggior parte della popolazione di Stati Uniti, Svezia e altri paesi europei non ritengono grave il tema. Mentre lo è per chi abita nel sud del mondo: in paesi come Cile, Kenya, Sudafrica e Filippine percentuali altissime di cittadini sono preoccupate per il clima. Lo rivela un sondaggio su 40 paesi condotto dal Digital News Report che si basa sulle notizie digitali del Reuters Institute dell’Università di Oxford.

Il riscaldamento globale non è un problema per i paesi più evoluti

L’analisi mostra sì che i cambiamenti climatici sono importanti per la maggior parte delle persone: delle 80 mila persone intervistate, solo meno del 3% afferma che i cambiamenti climatici non sono un problema grave. Quasi sette su dieci pensano che il cambiamento climatico sia “un problema molto o estremamente grave”.
La cosa interessante che emerge è non tanto che esistono notevoli differenze tra paese e paese, ma che i paesi considerati più evoluti hanno una bassa percentuale di persone che ritengono il cambiamento climatico un problema.
Sorprendentemente, i cinque paesi con i livelli più bassi di preoccupazione sono tutti nell’Europa occidentale. In Belgio, Danimarca, Svezia, Norvegia e Paesi Bassi, solo circa la metà (o meno) pensa che il cambiamento climatico sia un problema serio.
In Svezia, il paese dell’attivista Greta Thunberg, il 9% sostiene che il tema del cambiamento climatico sia grave. Negli Stati Uniti siamo sul 12% (2 su 3 si dichiarano “un po ‘preoccupati”). In Australia, nonostante i recenti disastrosi incendi boschivi, l’8% degli intervistati in Australia riferisce che il cambiamento climatico non è affatto grave. Questi gruppi con bassi livelli di preoccupazione tendono ad essere di destra e di età superiore. C’è una grossa differenza nel parere di chi si dichiara di destra e chi di sinistra, spiega il sondaggio, che mostra la ‘classifica’ dei paesi più preoccupati per il clima,
Quattro dei cinque paesi che mostrano i maggiori livelli di preoccupazione sul tema (85-90%) appartengono al Sud del mondo: Cile, Kenya, Sudafrica e Filippine. C’è d segnalare che nei paesi con livelli più bassi di penetrazione di Internet, i sondaggi online finiscono per dare più peso alle persone benestanti e istruite che hanno acceso al web.
(foto derwiki pixabay)

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA