Inferno Run 2020: si comincia il 18 gennaio con la Inferno Snow a Prato Nevoso

Inferno Run 2020

Puntuale come una punizione dantesca, torna la Inferno Run 2020 e come da tradizione si correrà su e contro ogni ostacolo, neve, acqua o fango che sia. Il primo appuntamento con il circuito Inferno Run è per sabato 18 gennaio a Prato Nevoso per la Inferno Snow: in provincia di Cuneo, nelle Alpi Marittime piemontesi, a 1500 metri, gli indiavolati dovranno affrontare in corsa ben 7 km con 200 m di dislivello complessivo e circa 20 ostacoli, a cominciare dalla partenza in salita dalla conca. Ad attenderli vari muri di neve e una rampa di ghiaccio da risalire, ma anche tratti di manto bianco in cui strisciare, pesi da trasportare o trascinare.

Secondo appuntamento sabato 9 maggio all’Idroscalo di Milano con la Inferno Water, l’anello di 8 km che attraverserà il tempio dello sport outdoor milanese con 25 immancabili ostacoli che separeranno gli atleti dalla finish line, da affrontare anche in acqua insieme a brevi tratti a nuoto e un tuffo mozzafiato di 3 metri dal ponte. L’appuntamento coinvolgerà anche i piccoli mudder dai 4 ai 12 anni con Inferno Kids, che sostiene con il proprio ricavato progetti di solidarietà rivolti all’infanzia e ai giovani.

Infine il gran finale sabato 3 e domenica 4 ottobre si celebrerà in Toscana, a Figline Valdarno, in provincia di Firenze, con Inferno Mud. Tra i vigneti e le colline del Chianti, il Norcenni Girasole Village ospiterà la tradizionale edizione fangosa su 12 km con oltre 30 ostacoli. Domenica 4 ottobre si terranno Inferno Kids e la Short Course di 5 km e 20 ostacoli.

Iscrizioni a Inferno Run 2020

Tutte le competizioni sono aperte dai 16 anni di età, mentre le edizioni Snow e Mud 5 km dai 13 anni. Inferno Snow sarà la gara di apertura del Campionato Regionale della FIOCR e qualificante ai Campionati Europei OCR, che si svolgeranno in Val di Fiemme dall’11 al 14 giugno. Inferno Water e Mud 12 km sono invece tappe del Campionato Italiano OCR, attraverso cui i migliori obstacle runner potranno conquistare l’accesso a Europei e Mondiali. Proprio nell’appuntamento fiorentino verranno incoronati i campioni nazionali, assoluti ed age group, della stagione.

  • Inferno Snow – sabato 18 gennaio – Prato Nevoso, Cuneo
  • Inferno Water – sabato 9 maggio – Idroscalo di Milano
  • Inferno Mud – sabato 3 e domenica 4 ottobre – Figline Valdarno, Firenze

Iscrizioni aperte su infernorun.it

Per superare i diabolici ostacoli naturali e artificiali presenti sui tracciati di Inferno, caratterizzati da vari dislivelli e distanze, serviranno forza, velocità, agilità e resistenza. Ma il segreto per raggiungere il traguardo sarà soprattutto il sostegno reciproco che i partecipanti open potranno darsi lungo il percorso nello scavalcare muri, risalire corde, attraversare funi in equilibrio o strutture in sospensione appesi a pioli ed anelli, insieme a una forte motivazione. Come quella di molte donne, spinte dal desiderio di rimettersi in gioco dopo un periodo difficile e dimostrare di potercela fare, ma anche di uomini, alla ricerca di esperienze emozionanti per uscire dalla propria comfort zone, e sempre più spesso anche di famiglie, che scelgono di condividere questa nuova passione sportiva outdoor.

I sempre più numerosi atleti competitivi, invece, dovranno attenersi al regolamento della Federazione Italiana OCR, organizzatrice del Campionato Italiano, in base al quale non sarà loro consentito dare o ricevere aiuto con un massimo di tre possibilità di fallimento degli ostacoli. Nel complesso un movimento sportivo in continua crescita: in tutte le obstacle race italiane sono stati circa 50mila gli appassionati coinvolti solo nel 2019.

©RIPRODUZIONE RISERVATA