Il più grande abbraccio agli alberi, per stare bene nella natura, in Italia

abbraccio-alberi-stelvio-trento

Più di 200 persone si sono date appuntamento In Val di Rabbi, nella parte trentina del Parco Nazionale dello Stelvio, per fare una cosa che potrebbe sembrare strana e un po’ idiota: abbracciare gli alberi. In realtà si tratta di un flash mob allo scopo di richiamare l’attenzione sul rapporto sempre più necessario fra uomo e natura, con il più grande abbraccio collettivo mai avvenuto tra esseri umani e alberi sulle Alpi, domenica 16 settembre 2018.

Pubblicità

 

>> LEGGI ANCHE: Perché stare nella natura ci fa capire meglio le emozioni

 

Il grande abbraccio agli alberi al Festival delle Aree Protette

L’occasione del grande abbraccio nella foresta è stato il Festival delle Aree Protette di Trento, dove si festeggiavano i 30 anni dei due parchi naturali (Adamello Brenta e Paneveggio-Pale di S. Martino) e la nascita del sistema delle aree protette.
E dunque sottolineare quanto sia importante relazionarci in modo amorevole con la natura è stato quasi un atto dovuto e un omaggio a un territorio che ospita oltre 400 siti tutelati.
Parliamo di un parco nazionale, 2 parchi naturali, 10 reti di riserve e tante aree protette di piccole dimensioni, dislocate fra 80 comuni.

 

>> LEGGI ANCHE: 6 benefici per la salute dello stare nella natura

 

A piedi nudi in fila indiana

Oltre al flash mob con gli alberi, negli stessi giorni al Festival delle Aree Protette è andato in scena u altro evento di partecipazione collettiva: la fila indiana più lunga al mondo di persone scalze in montagna. Anche qui hanno partecipato altre 200 persone. Gia sapiamo che fa benissimo alla salute (ne abbiamo parlato qui). ma è un altro bel modo per ricordarci il legame ancestrale che abbiamo con la natura.

 

abbraccio-alberi-stelvio

>> LEGGI ANCHE: Il dottore che prescrive passeggiate nella natura anziché medicine
(foto Festival delle Aree Protette)

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità