Wildlife Photographer of the Year 2017, i vincitori

WLF_brent-stirton_0

Il National History Museum di Londra ha assegnato, come ogni anno, il premio Wildlife Photographer of the Year, selezionando tra oltre 50.000 scatti provenienti da 92 paesi. Il vincitore assoluto è il fotografo sud africano Brent Stirton, autore di uno scatto di grande intensità e tragicità dal titolo ‘Memorial to a species’ nel quale l’obiettivo dell’autore mostra un rinoceronte nero abbattuto dai bracconieri e al quale è stato segato il prezioso corno, ambitissima merce in un illegale quanto feroce mercato internazionale.

>>Leggi anche Wildlife Photographer of the Year, a Milano le foto della 52a edizione

Il gigante caduto

Tra le motivazioni che accompagnano il premio di Wildlife Photographer of the Year a Stirton, quella di Rod Kidman Cox che ha dichiarato: “Per la capacità di rendere una scena così tragica di una maestosità quasi scultorea. C’è la crudezza dell’immagine, ma di grande intensità  e rispetto per il gigante caduto. Questo è anche un simbolo di uno dei crimini ambientali crudeli e superflui  e deve provocare una grande protesta pubblica”.

Sir Michael Dixon, direttore del National History Museum, ha detto: “L’immagine di Brent Stirton mette in evidenza l’urgente necessità dell’umanità di proteggere il nostro pianeta e le specie con le quali lo condividiamo”.

>>Leggi anche Wildlife Photographer of the Year 2017, si rinnova la magia tra obiettivo fotografico e natura

WLF_daniël-nelson_1

© Daniel Nelson, “The good Life”, Wildlife Photographer of the Year 2017

Relax nella giungla

“The good life” è il titolo di una delle fotografie vincitrici della categoria ‘Giovani’ e realizzata da Daniël Nelson e che raffigura un giovane gorilla della pianura occidentale della Repubblica del Congo che, rilassato sul terreno di una grande foresta, si mangia tranquillamente un frutto dell’Albero del pane.  Daniel Beltra, giudice e lui stesso in passato vincitore di questo premio, ha commentato: “Questa scena così intima del gorilla sdraiato nella foresta da’ un senso di pace che vorremmo vivessero continuamente queste magnifiche creature”.

>>Leggi anche I migliori fotografi di natura e avventura da seguire su Instagram

WLF_Peter_Delaney_3

© Peter Delaney, “Contemplation”, Wildlife Photographer of the Year 2017

Scatti emozionanti

Tra le varie categorie, Peter Delaney con la fotografia dal titolo “Contemplation”  ha vinto quella dedicata ai ritratti di animali e nella quale ha immortalato uno scimpanze’ sdraiato in una foresta pluviale ‘avvolto’ da particolari giochi di luce. Nella sezione bianco e nero, la lussemburghese Eilo Elvinger è stata premiata per lo scatto “Polar pas de deux”  con il dettaglio delle zampe di un orso polare e del suo cucciolo fermi a curiosare una chiazza scura sulla neve. Il bianco e nero della foto mette in evidente contrasto tra inquinamento e  la parte incontaminata.

WLF_eilo_elvinger_2

© Eilo Elvinger, “Polar pas de deux”, Wildlife Photographer of the Year 2017

Queste immagini fanno parte di un panel di 16 vincitori nelle varie categorie che hanno saputo rappresentare la grande diversità della vita sul nostro pianeta e sono state scelte da una giuria selezionata e composta da professionisti del settore che hanno giudicato l’originalità, la scelta artistica e le capacità tecnica dei fotografi.

La mostra Wildlife Photographer of the Year 2017 sarà visitabile al National History Museum di Londra a partire da sabato 20 ottobre e in seguito viaggerà per tutto il Regno Unito, ma anche in Canada, Stati Uniti, Australia e molti Paesi europei.

>>Leggi anche 5 consigli per ottenere belle foto con lo smartphone

 

Photo credits: nhm.ac.uk
Foto d’apertura: 
© Brent Stirton, “Memorial to a species”, Wildlife Photographer of the Year 2017

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA