I 3 migliori droni nel rapporto qualità-prezzo da regalare a Natale

I droni non sono solo una moda: hanno cambiato il mondo della fotografia, abituandoci a nuovi punti di vista e a riprese aeree che riescono a impressionarci e emozionarci. Se prima dell’avvento di questi oggetti volanti, fare shooting aereo era costosissimo e complicato, ora è una pratica ala portata di tutti. E i fotografi naturalisti e outdoor non possono quasi più farne a meno (guarda qui le più belle foto fatte con i droni). Ricordando le regole da rispettare, ecco dunque una selezione di 3 droni dall’ottimo rapporto qualità prezzo.

Pubblicità

DJI Phantom 4

Qualità professionale a prezzo abbordabile: il Phantom 4 è un quadricottero prodotto dal brand più gettonato degli ultimi anni, da usare un po’ per tutte le situazioni. Ha un sistema di posizionamento che evita gli ostacoli automaticamente e ti risparmia le complicazioni, oltre a programma di decollo e atterraggio automatici e al tracking attivo dei soggetti. C’è un telecomando dedicato abbastanza intuitivo con range fino a 5 km e ha autonomia di volo fino a 28 minuti, quel che basta per delle belle riprese senza l’assillo del tempo. La fotocamera riprende in 4k a 30 fps con file da 12 Megapixel e tracciamento automatico, con ottimo livello di stabilizzazione. Si collega alla app proprietaria per impostare il volo e il punto di ritorno, ottenere le statistiche e monitorarlo attraverso il Live View.

Prezzo: 1125 euro circa

Parrot Bebop 2 FPV

Ben più che un giocattolo, nonostante il prezzo relativamente contenuto. Leggero (pesa 500 grammi) e compatto, il Bebop 2 (leggi qui la nostra prova della Bebop prima versione) registra video in full HD e foto a 14 Megapixel, risoluzione ideale per filmati da usare sul web. La lente grandangolare è luminosa e genera file anche RAW, da trattare poi in post produzione. Il quadricottero è ben stabile e pilotabile tramite controller piuttosto preciso, con 25 minuti di autonomia di volo. Molto veloce, raggiunge i 60 km/h in orizzontale (il che lo rende adatto a riprendere gare di velocità) e utilizza una tecnologia di riconoscimento per seguire i soggetti. Il plus è la dotazione del visore FPV, un paio di occhiali connessi alla videocamera che rendono l’esperienza immersiva, permettendo di seguire il volo in prima perosna. Si trasporta facilmente, ideale anche per una vacanza

Prezzo: 500 euro circa

Yuneec Typhoon G

Molto utilizzato da chi usa la GoPro (ha un alloggiamento aposito), ha un buon compromesso qualità-prezzo. Le sue specifiche più interessanti sono le riprese in 4K, ma soprattutto la possibilità di fare slow motion a 120 fps in Full HD. C’è un sistema di stabilizzazione a 3 assi per le actioncam GoPro (la versione Q500 ha una fotocamera inclusa può essere impostata manualmente per adattarsi al tipo di luce ambientale). La funzione Follow Me permette di pilotare in modo intuitivo il velivolo e nel pacchetto è compreso un gimbal per impugnare lo smartphone che può servire anche per inquadrature stabili con il telefonino.

Prezzo: 560 euro circa

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...