Garmin Fenix, l’orologio GPS che non ti togli più

Garmin Fenix Orologio Gps Watch
Garmin Fenix Orologio Gps Watch
Garmin Fenix Orologio Gps Watch
Garmin Fenix Orologio Gps Watch
Garmin Fenix Orologio Gps Watch
Garmin Fenix Orologio Gps Watch

Che ci avessero lavorato anche le guide alpine professioniste e pure Simone Moro ve l’avevamo già detto al momento della presentazione. Ma non pensiate che il Garmin Fenix sia solo un Gps watch per montanari duri e puri, soprattutto ora dopo tutti gli aggiornamenti del software e alla vigilia della versione 2. Anzi, se siete tra quelli che pur di non stare fermi non sanno scegliere tra la montagna innevata, il running, la bici e magari qualche attività outdoor ludica da fare con i figli, il Fenix potrebbe essere un investimento davvero lungimirante.

Investimento perché parliamo di 329 euro (ma acquistandolo online si trova anche notevolmente scontato)  (il Fenix 2 ora è venduto a 399 euro e il Fenix 3 da 449 euro)  a cui aggiungere eventualmente altri utili gadget come la fascia cardio, il sensore di temperatura esterno o il sensore di pedalata. E però, al netto della somma totale dello scontrino, il Fenix è quel genere di Gps watch che ti metti al polso una volta e non lo togli più.

Intanto per la forma e le dimensioni (4,9 x 4,9 x 1,7 cm), che insomma non sono quelle di uno Swatch ma sono digeribili anche con l’abbigliamento casual di tutti i giorni (e in modalità solo orologio, senza Gps attivato, la batteria arriva a 6 settimana, giorno più, giorno meno). Poi perché le funzioni del Fenix si adattano a praticamente qualsiasi attività outdoor ci salti in mente di fare, dalle Alpi alle Ande e dal Manzanarre al Reno.

Andiamo in neve fresca, tipo freeride, a scalare o anche solo a ciaspolare con un po’ di ambizione? Ci sono bussola, altimetro, barometro digitale per tenere sotto controllo le variazioni meteo, ovviamente Gps per mantenerci sulla rotta giusta e la possibilità di memorizzare i passaggi più complicati o pericolosi, per ridurre il più possibile i rischi.

Facciamo trekking ed escursioni? Fissiamo i waypoints, oppure creiamo i nostri itinerari verso i punti di interesse (rifugi, cime, punti particolari) e ci facciamo guidare controllando la traccia. E se ci perdiamo o vogliamo ripercorrere i nostri passi la funzione TracBack è decisamente meglio dei sassolini di Pollicino.

Corriamo, in città e nei trail? C’è la fascia cardio, per la frequenza cardiaca, ci sono ovviamente tutte le funzioni per prendere i tempi intermedi e tener traccia dei km percorsi, c’è quella per segnare i tempi di ascesa e discesa, il dislivello, il passo e un sacco di altre informazioni che tanto mandano in sollucchero i runner.

Montiamo in sella? C’è tutto quello detto sopra e in più il sensore di pedalata, così sappiamo sempre quanto spingiamo sui pedali, a quanto andiamo e se la nostra fatica è ben spesa.

Ci vogliamo divertire con i ragazzi a fare gli esploratori del bosco? C’è la funzione geocaching, per la caccia al tesoro dei tempi moderni. E se proprio ci prende voglia di andare in barca, i waypoints funzionano anche in mare e lungo la costa.

Certo, i puristi diranno sempre che un oggetto specifico è sempre più performante di uno multitasking, ma a meno di non essere dei veri collezionisti di gadget hi-tech per il mondo outdoor, o comunque di voler mettere a budget una cifra importante per un set di strumenti specializzati, il Fenix è molto ma molto di più di un semplice orologio outdoor.

Ma com’è avercelo al polso? Delle dimensioni tutto sommato contenute per un orologio del genere (e in linea con quelle dei suoi principali competitor sul mercato) vi abbiamo già detto. I pulsanti sono ben posizionati e facilmente attivabili, che sembra banale ma quando hai un paio di guanti perché stai sciando fuoripista, il fatto di non doverli togliere diventa una discriminante importante. Il display LCD è di forma circolare da 70×70 pixel (3,1 cm di diametro), che è un’ottima via di mezzo tra esigenze di leggibilità e desiderio di limitare l’ingombro. E ovviamente c’è il vetro in minerale antigraffio.

E poi ci un sacco di opzioni di connettività, dal Bluetooth per collegarsi ai vari device esterni all’USB per la gestione delle mappe e delle applicazioni compatibili come (ovviamente) Garmin Connect e Base Camp per PC e Mac, ma anche quelle Open Street Maps.

Adatto a: gli amanti dell’outdoor a 360°

Prezzo: 329

Info: Garmin.com

©RIPRODUZIONE RISERVATA