Impianti sci, anche Piana di Vigezzo ha chiuso

impianti-sci-quali-sono-quelli-che-tengono-aperto-nonostante-il-divieto

Aggiornamento: gli impianti di Piana di Vigezzo, inizialmente aperti per la giornata di oggi, sono stati chiusi in tarda mattinata. Gli sciatori hanno potuto fare qualche discesa.

Pubblicità

Nonostante il divieto di aprire, ci sono impianti di sci i cui esercenti hanno deciso di tenere aperto. A guidare i ‘ribelli’ sono i gestori delle piste di Piana di Vigezzo, 1.720, in Val Vigezzo, in Ossola a 1720 metri.
Luca Mantovani, uno dei gestori degli impianti della valle piemontese (la vel d’Ossola, molto vicina alla Svizzera, spiega al’Ansa che “Ancora venerdì la Regione ci aveva assicurato l’apertura e noi abbiamo predisposto tutto, in sicurezza, per riaprire. E così lo abbiamo fatto”. Lo testimonia il sito ufficiale, in cui campeggia la scritta ‘Impianti aperti!’.
Il gesto arriva dopo le proteste non solo degli esercenti ma anche dei governatori di Piemonte (Alberto Cirio) e Lombardia (Attilio Fontana), che considerano la decisione del Ministro della Salute Roberto Speranza una mancanza di rispetto. Sembra che a Piana di Vigezzo (nella foto) ci sia gente che scia.
Attenzione: il mancato rispetto del divieto (in vigore almeno fino al 5 marzo 2021) potrebbe costare fino a 1.000 euro al singolo sciatore che venisse fermato dalle forze dell’ordine. Multe potrebbero fioccare anche nei confronti dei gestori degli impianti.
Aggiornamento: gli impianti di Piana di Vigezzo, inizialmente aperti per la giornata di oggi, sono stati chiusi in tarda mattinata. Gli sciatori hanno potuto fare qualche discesa.
[foto piana di vigezzo Instagram]

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità