Olimpiadi Tokyo 2021, le prime linee guida: niente strette di mano, canti e applausi

Olimpiadi Tokyo 2021, le prime linee guida: niente strette di mano, canti e applausi

Il Comitato organizzatore delle Olimpiadi Tokyo 2021 ha emanato le prime linee guida su come comportarsi prima, durante e dopo i Giochi Olimpici nella capitale Giapponese. Si tratta del primo playbook, riservato ai delegati delle federazioni internazionali, a cui faranno seguito quelli relativi agli atleti, alla stampa e agli operatori TV (si possono visualizzare e scaricare dal sito ufficiale www.olympic.org/tokyo-2020-playbooks) che però comincia a delineare come ci si dovrà comportare dal momento in cui si programma il viaggio verso il Giappone fino a quando si lascia il Paese asiatico. E si capisce fin da ora come i XXXII giochi olimpici non saranno nulla di simile a quanto sono stati finora questo appuntamento sportivo. Per stessa ammissione del CIO, il Comitato Olimpico Internazionale, che all’inizio dell’opuscolo di 32 pagine dice chiaramente: «Se sei già stato ai Giochi sappiamo che questa esperienza sarà diversa in molti modi. Per tutti i partecipanti ai Giochi ci saranno alcune condizioni e vincoli che richiederanno flessibilità e comprensione».

Pubblicità

Sullo sfondo c’è chiaramente non solo la pandemia per come la conosciamo tutti in tutto il mondo ma anche le perplessità dei giapponesi circa l’opportunità di organizzare comunque l’appuntamento olimpico. Perplessità a cui Yoshiro Mori, presidente del comitato organizzatore di Tokyo 2020, ha già risposto che “le Olimpiadi ci saranno a prescindere da come si evolverà la situazione coronavirus”.

E quindi tanto vale cominciare a prepararsi e studiare le linee guida da seguire dai 14 giorni precedenti il viaggio verso il Giappone fino al momento in cui si lascia il Paese. In sostanza: distanziamento, igiene, test e tracciamento, al fine di ridurre i rischi di diffusione del Coronavirus. Il playbook raccomanda di minimizzare le interazioni sociali, di indossare la mascherina e di evitare le “3C”, cioè “spaces that are closed, crowded or involve close contact” (spazi chiusi, affollati o contatti ravvicinati). Ma ci sono anche misure più precise e puntuali, come appunto il divieto di strette di mano, abbracci, di cantare e anche di applaudire. Inoltre ai delegati è richiesto di mantenere una distanza di 2 metri dagli atleti (1 metro dalle altre persone), di non usare i mezzi pubblici ma solo quelli messi a disposizione dell’organizzazione, e di scaricare l’App ufficiale di tracciamento giapponese. Insomma, davvero le Olimpiadi Tokyo 2021 saranno qualcosa di completamente diverso dal clima festoso che solitamente caratterizza il più importante evento sportivo del mondo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità