TFT Trail Race, l’avventura di una Matta in fuga

Il 22 febbraio scorso ho partecipato per la prima volta ad un trail sulle montagne di Arenzano, nella natura del Parco del Beigua: esordio direttamente in gara, 19km con un dislivello di 1000 metri.

Pubblicità

Di solito corro in strada, al massimo al parchetto. D’estate oso qualche contatto in più con la natura, tipo in riva al mare o in pineta.
Partecipare a questo trail per me è stato come vivere un’avventura nella natura più selvaggia. Ho corso a perdifiato per sentieri rocciosi e ho attraversato torrenti in piena ignorando la paura.

sportoutdoor_1

 

Ho raggiunto controvento le cime fino a sentire le gambe gonfiarsi e bruciare sempre di più. Mi sono issata su grandi massi e calata dalle rocce. Fango ovunque, rovi e piante spinose, guadi e dirupi. Insomma certe cose non le avevo nemmeno mai viste… è stato davvero esaltante!

Ben diverso che correre sulla ciclabile…

Come nei disegni dei bambini, ho visto nascere e morire un arcobaleno nella stessa valle e ho potuto saziare gli occhi e il cuore di straordinari panorami.

E’ impossibile descrivere l’emozione che si prova quando si raggiunge l’apice di una salita, con ogni arto che implora al riposo, e ci si ritrova di fronte allo spettacolo estasiante della natura con il mare all’orizzonte e candide nuvole nell’azzurro limpido.
Ho provato la piacevole paura di perdermi, o meglio, di credere di essermi persa. Per lunghi tratti ho corso senza vedere più partecipanti prima o dopo di me. Mi sono ritrovata completamente sola.

Non vedo l’ora di ripetere l’esperienza, ma voglio che duri più a lungo, voglio spremere ogni muscolo e lottare per il traguardo.

Jessica di “Matte in fuga”

sportoutdoor_3

Le Matte in Fuga sono quattro donne diverse, di età diverse, con professioni diverse, personalità e storie diverse, ovviamente di città diverse. Son quattro mamme, a casa hanno nove (9!!) dolci creaturine che vanno dai 2 ai 16 anni e possono arrivare ovunque: potete seguire le loro avventure anche sul loro blog Matte in Fuga e sulle loro pagine social (Facebook, Twitter, Instagram)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità