Compra queste foto e sostieni gli sherpa nepalesi

I fatti sono tristemente noti: il 18 aprile una valanga distaccatasi a 6200 metri di altitudine, nella zona chiamata il “campo di popcorn” lungo il percorso che conduce al ghiacciaio del Khumbu, ha travolto e ucciso 16 sherpa. Secondo Elizabeth Hawley, tra i massimi esperti mondiali di alpinismo nell’Hymalaya, sarebbe il peggiore incidente di sempre sugli 8848 metri del tetto del mondo.

Pubblicità

Ora i portatori nepalesi che accompagnano alpinisti e turisti nelle salite all’Everest sono in sciopero: minacciano lo stop alle ascensioni per tutto il 2014, secondo quanto dichiarato da uno di loro, Tulsi Gurung, all’agenzia Afp, e avanzano precise richieste economiche ed assicurative al governo di Katmandu (congrui indennizzi alle famiglie delle vittime, paghe, assicurazioni e condizioni previdenziali migliori).

Un danno economico ingente per tutto il business nepalese che ruota attorno alla montagna più alta del mondo, così come per gli stessi sherpa, ora divisi tra una fazione più intransigente e altri disposti comunque a continuare le ascensioni con i loro clienti.

Per aiutare anche economicamente gli sherpa alcuni tra i migliori fotografi al mondo hanno deciso di organizzare una speciale vendita di immagini scattate sulle pendici della vetta del mondo: l’iniziativa è partita da Grayson Schaffer di Outside e Aaron Huey del National Geographic, a cui si sono aggiunti Jimmy Chin, James Balog, Cory Richards, Renan Ozturk, Teru Kuwayama, Pete McBride, Gordon Wiltsie, Andy Bardon, Robb Kendrick e Max Lowe.

Le immagini che vedete e altre ancora sono in vendita al prezzo di 100 dollari dal sito www.sherpasfund.org e tutti i proventi saranno distribuiti dalla Alex Lowe Charitable Foundation, che lavora con gli sherpa della regione di Khumbu fin dal 20013.

Clicca ‘Mi Piace‘ e segui anche la nostra pagina Facebook Sportoutdoor24

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità