Perché vestirsi di lana anche in estate

Reda Rewoolution T-Shirt 140 grammi
Non sembra neanche lana, e invece è jersey 100% merinos Redactive Ultralight, morbidissima, elastica in larghezza e lunghezza e perfettamente aderente. Si lava in lavatrice, a 40 gradi, volendo si stira (meglio al contrario, ma noi non lo facciamo). Costa 69 euro.

[slideshow post_id=”30955″]

Avevamo già provato qualche capo tecnico di lana in inverno (qui il test di alcuni capi Wool-e) ma quando abbiamo indossato una maglia di lana per fare una camminata in montagna d’estate (prima il modello 140 grammi di Reda Rewoolution , poi la t-shirt Agravic della linea Terrex di Adidas che trovate nella gallery) confessiamo che qualche dubbio l’avevamo.

La lana non avrebbe riscaldato troppo? E avrebbe traspirato come si deve? Be’, ci siamo dovuti ricredere e allora abbiamo approfondito il tema: la lana è un tessuto fantastico per fare sport anche in estate, e non a caso basta entrare in un negozio specializzato in outdoor per trovare t-shirt, baselayer, intimo, calze e altri capi in lana.

Perché la lana è ideale anche in estate? A prescidere dal fatto che milioni di pecore in giro per il mondo non possono sbagliarsi da millenni, per almeno questi 6 motivi

La lana non puzza
Chi se ne frega, direte voi. E però è così: la lana non puzza. E non solo non puzza alla fine di una giornata in giro a camminare. Non puzza nemmeno se la stessa t-shirt, non lavata, la si rimette anche il giorno dopo. Che non sarà il massimo, ma son cose che capitano quando si sta in giro per più giorni e non ci si può portar dietro il valigione con le rotelle pieno di vestiti. E così noi abbiamo fatto la prova ed è così: la lana non puzza. Il che, volendo, è un doppio vantaggio: di spazio (si parte con meno roba nello zaino) ed economico (si compra anche meno roba).

I capi in lana durano a lungo
Ora, noi non possiamo ancora mettere le mani sul fuoco delle t-shirt che abbiamo provato questa estate, però in effetti l’esperienza con altri capi in lana dice che in effetti la lana dura per anni senza perdere le sue proprietà. E basta fare una ricerca online per scoprire che ci sono un sacco di entusiasti utilizzatori di capi in lana per fare sport che li usano da anni sempre con grande soddisfazione.

La lana termoregola naturalmente (ovvero: scalda in inverno, rinfresca in estate)
Be’, che la lana tenga caldo è quasi una banalità. Ma è anche vero il contrario: la lana mantiene anche freschi. Anche qui: touareg e altre popolazioni che vivono nei posti più caldi del pianeta non possono aver fatto una stupidaggine fin dai tempi più antichi. La lana è un tessuto naturalmente isolante, il che significa che trattiene il caldo in inverno, ma è anche traspirante, il che significa che espelle il sudore in estate e mantiene al fresco esattamente come un tessuto sintetico tecnico.

La lana tiene all’asciutto
Sì, se il cotone è idrofilo e trattiene il sudore (e infatti non andrebbe mai usato per fare sport e sudare, come abbiamo spiegato qui) la lana al contrario non ama l’umidità e la trasmette all’esterno.

La lana è tutto sommato semplice da mantenere
Si lava in lavatrice, basta dare un occhio alla temperatura consigliata di lavaggio e alla corretta modalità di asciugatura e il gioco è praticamente fatto.

La lana è naturale
Ora, non vogliamo fare gli eco-integralisti, ci sono fantastici tessuti sintetici (qui il loro vocabolario ragionato) che usiamo con grande soddisfazione (e ci sono aziende come Polartec che si impegnano a ridurre l’impatto ambientale delle loro produzioni), ma insomma la lana è senza dubbio un materiale eco-friendly se non davvero rinnovabile.

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA