9 pro e contro delle infradito in estate

9 pro e contro delle infradito in estate

Le infradito in estate c’è chi proprio non le sopporta e chi invece non può proprio farne a meno. E se gli esperti di moda proprio inorridiscono, in estate però è davvero difficile resistere alla tentazione di infilarsi le infradito e scendere in spiaggia o rilassarsi con i piedi liberi ammirando un tramonto o sorseggiando una birra. Ok, dal punto di vista estetico de gustibus e ognuno può essere libero di trovarle più o meno belle o brutte, ma di fatto ci sono numerosi pro e contro, pratici, igienici, psicologici e posturali, per indossare o no le infradito in estate.

1. Le infradito espongono i piedi alle infezioni batteriche

Be’ sì, inevitabile, con le infradito i piedi non sono assolutamente protetti, e vengono a contatto con tutto ciò che c’è per terra, e spesso questi sono batteri. E se poi ci sono ferite, o microferite come quelle dovute all’esfoliazione della pelle, le cose non possono che peggiorare, con un aumento del rischio di entrare in contatto con virus e funghi della pelle, come quello responsabile del piede dell’atleta o quello delle verruche.

2. Le infradito possono causare vesciche

Possono, non necessariamente lo fanno, però sì, soprattutto quando sono nuove, irritazione e vesciche possono capitare. Ma è anche vero che se lo chiedi ai professionisti delle infradito questi ti rispondono che “no, non è assolutamente vero”.

3. Le infradito ti fanno accorciare il passo

Anche questo sì, è inevitabile: ogni flip-flop lover sa benissimo che si tende a camminare con passi più brevi rispetto a quelli che si farebbero con un paio di scarpe tradizionali. Ma questo è un pro o un contro? Forse, semplicemente, quando indossi le infradito hai anche meno fretta e te la prendi con più calma. O no?

4. Le infradito offrono meno protezione

Sì, vero, indubitabile. I talloni sono meno protetti, e non c’è l’intersuola ad accompagnare la rullata del piede. Ma siamo davvero sicuri che tutto questo serva davvero se, semplicemente, stiamo camminando? Ora, il barefoot ha i suoi aspetti controversi, ma se si tratta di camminare a piedi nudi sono senza dubbio di più i benefici, anche a livello di stimolazione dell’arco plantare e dei muscoli dei piedi. Quindi ok, c’è meno protezione, ma almeno in estate può essere un benefit.

5. Le infradito possono causare le dita a martello

No, le infradito non sono tra le prime cause delle dita a martello, però c’è chi dice che usarle sempre e comunque può modificare sensibilmente la forma delle dita a causa del costante lavoro che devono svolgere per evitare che le flip-flop scivolino via dai piedi. Però dai, qualche settimana, o qualche mese, in estate non è quello che può provocare le cosiddette dita a martello.

6. Le infradito potrebbero causare reazioni allergiche

Be’ sì, il rischio di materiali tossici, soprattutto nei modelli di minor costo e dubbia provenienza, può esserci. Ma se prendi un modello come le Havaianas o di un brand conosciuto e che certifica i suoi prodotti, il rischio non sussiste

7. Le infradito sono sinonimo di libertà

Lo sappiamo tutti: le infili e vai, senza impegno, senza fatica, senza pensarci. E in effetti secondo la psicoterapeuta Erena DiGonis, dal punto di vista psicologico le infradito sono la quintessenza della libertà.

8. Le infradito ti fanno rilassare

L’abito fa il monaco, dice il proverbio, oppure per dirla con i ricercatori della Northwestern University, la “enclothed cognition” è quel fenomeno per cui l’abbigliamento influenza i comportamenti e la psiche di chi lo indossa. E che cosa dicono le infradito? Che in fondo sai come rilassarti e goderti la vita.

9. Le infradito fanno respirare il piede

In senso assoluto, fisico e metaforico. Nel senso che sì, i nostri piedi hanno tanto bisogno di stare all’aria aperta, dopo mesi e mesi chiusi in scarpe con lacci, ma è anche una sensazione psicologica impagabile di abbassare la tensione e sentirsi almeno un po’ in vacanza.

©RIPRODUZIONE RISERVATA