Oms: i guanti non servono contro il coronavirus, anzi aumentano il rischio di contagio

oms-i-guanti-non-servono-contro-il-coronavirus-anzi-aumentano-il-rischio-di-contagio

I guanti monouso, quelli che usiamo al supermercato, davvero non servono a proteggere dal contagio: è meglio lavare le mani e igienizzarle quando usciamo di casa e quando ci torniamo. Lo spiega l’Organizzazione mondiale della Sanità, prendendo finalmente posizione sul tema: i guanti distribuiti nei negozi non sono raccomandati, perché non proteggono dai rischi di contaminazione e danno un senso di falsa sicurezza.

Pubblicità

Oms: i guanti non servono contro il coronavirus, anzi aumentano il rischio di contagio

L’OMS ufficializza una conclusione a cui erano arrivati già da tempo infettivologi e virologi, aggiungendo che i guanti monouso non solo non servono ma possono essere dannosi: la nota sul sito dell’Oms spiega che i guanti possono “aumentare il rischio di infezione, portando a auto-contaminazione o alla trasmissione ad altri quando si toccano le superfici contaminate e quindi il viso”.

La raccomandazione dell’istituto internazionale della sanità è di installare distributori di gel igienizzante nei luoghi pubblici come i supermercati, sia all’ingresso (come molti già fanno da tempo) che all’uscita. Lavarsi e igienizzarsi le mani rimane la pratica più efficace, insieme al distanziamento fisico, per arginare il contagio.

Cosa si può fare all’ingresso di un supermercato? Spiegare ai gestori eventualmente ancora ignari che i guanti non solo non sono efficaci, ma che possono essere dannosi, lo dice l’Oms. E lo sono anche al di fuori di negozi e centri commerciali: usarli sui mezzi pubblici, in palestra, o in altre situazioni è inutile e dannoso.
(foto leo2014 pixabay)

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità