Perché stare all’aperto rende i bambini più felici

Secondo due studi pubblicati su Frontiers in Psychology. stare all'aperto rende i bambini più felici, abbassando i livelli di stress

stare all’aperto rende i bambini più felici

Stay outdoor! Stare all’aperto rende i bambini più felici e gli studenti meno stressati: lo rivelano due nuovi studi sul rapporto tra i giovani e la natura.
Scienziati ed esperti lo ripetono da sempre, e noi ovviamente siamo più che d’accordo: stare a contatto con la natura è un toccasana per la salute e l’umore di grandi e piccini. Perciò, a maggior ragione adesso che si sta avvicinando la bella stagione, uscite di casa, fate sport all’aria aperta e concedetevi del tempo per immergervi nel verde di un bel parco o di un bosco.
A confermare l’importanza di queste abitudini sono le ultime due ricerche sul tema: il primo studio, condotto da un team di esperti presso il Sonora Institute of Technology, sostiene che i bambini che stanno a contatto con la natura sono più felici; il secondo, completato dalla Cornell University, ha rivelato che gli spazi verdi sono un antidoto contro lo stress fisico e mentale degli studenti universitari.

Pubblicità

Perché stare all’aperto rende i bambini più felici (e gli studenti meno stressati)

I due studi in questione si sono concentrati sulla connessione tra i soggetti più giovani e la natura. Gli esperti del Sonora Institute of Technology (un’università messicana) hanno reclutato 296 bambini di età compresa tra i 9 e 12 anni e li hanno sottoposti a test psicologici e questionari per misurare i seguenti fattori: il tempo trascorso nel verde, i rapporto con l’ecologia (ad esempio la conoscenza delle regole base del riciclaggio) e il livello di felicità.
La ricerca statunitense della Cornell University, invece, ha analizzato studi passati che hanno raccolto dati sulla quantità di tempo trascorso dagli studenti universitari nella natura. Assieme a quelle informazioni c’erano anche le cartelle cliniche e i quadri psicologici dei ragazzi presi in esame.

>> LEGGI ANCHE: 10 motivi per cui la vita all’aria aperta deve essere la nostra priorità 

Bimbi più sereni e propensi a rispettare la natura

I risultati hanno confermato, se non oltrepassato, le aspettative degli esperti. I bambini maggiormente abituati a passare del tempo nel verde, secondo il primo studio, sono più propensi ad adottare comportamenti sostenibili ed ecologici (come il riciclo) e hanno un livello di felicità più elevato. Dunque i bimbi, quando si sentono connessi con la natura, tendono a rispettarla di più e ad essere sereni e spensierati: “I genitori e gli insegnanti devono permettere ai bambini di stare all’aria aperta per un periodo di tempo significativo e in maniera costante. C’è bisogno di promuovere questi comportamenti”, ha affermato la dottoressa Laura Berrera-Hernández, l’autrice principale dello studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Psychology.

Universitari più concentrati e meno stressati

Dallo studio statunitense sugli universitari, invece, è emerso che stare all’aperto anche solo 10 minuti migliorerebbe l’umore, la concentrazione e alcuni valori come la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca. E tutto ciò ridurrebbe i livelli di stress fisico e mentale.
Gli effetti positivi, inoltre, aumentano quando il tempo trascorso nel verde diventa di 50 minuti. Gli esperti spiegano che per trarre benefici dal contatto con la natura non bisogna per forza fare sport, ma anche camminare o semplicemente stare seduti su una panchina a godersi il paesaggio: “La maggior parte della letteratura accademica quantifica il tempo trascorso nel verde in giorni, ma noi abbiamo deciso di usare il parametro dei minuti. La natura può essere fondamentale per noi. E abbiamo di tutto attorno: alberi, fiori, prati, boschi…”, ha detto Gen Meredith, il leader della ricerca.

>> LEGGI ANCHE: Perché camminare in montagna ci rende felici 

Stare all’aperto nel verde è una terapia

Questi studi suggeriscono che stare all’aperto rende i bambini più felici e gli studenti meno stressati. La natura, dunque, va considerata come una vera e propria terapia per supportare i più giovani che hanno problemi di umore, di stress o di ansia leggera. Gli esperti spiegano che uscire all’aria aperta è come prendere una pillola che può aiutare a stare bene sotto ogni punto di vista. È chiaro, ovviamente, che non può essere la panacea di tutti i mali, ma si tratta di un aiuto fondamentale per vivere meglio.
Al termine di una giornata in cui tutto è andato storto, fate una camminata o una corsa in un parco: con ogni probabilità tornerete a casa con un’attitudine più propositiva e ottimista. Il motivo? Rimanere da soli nella natura ci fa capire meglio le emozioni e ci porta a riflettere a lungo su noi stessi, aiutandoci a eliminare i pensieri superflui. Non vi abbiamo convinto? Allora leggete i 6 principali benefici per la salute dello stare all’aperto.

Photo by jonas mohamadi from Pexels

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità