Furti bici: ecco il lucchetto che non si può tagliare

furti-bici

Furti di bici mai più? Magari, ma intanto arriva il lucchetto per bici sicuro, indistruttibile e che non si può tagliare. Lo hanno appena inventato gli ingegneri di un team di ricerca guidato dal tedesco Fraunhofer Institute for Machine Tools and Forming Technology (IWU): hanno creato il primo materiale artificiale che non può essere effettivamente tagliato. Significa la possibilità di costruire, fra le altre cose, lucchetti per bici leggeri, resistenti al taglio.

Pubblicità

Furti bici: ecco il lucchetto che non si può tagliare

Sappiamo quanto sia importante il lucchetto per i possessorio di biciclette, e finora averne uno sicuro e a prova di ladro sembra a un’utopia. Ora la ricerca pubblicata su Nature rivela che è possibile. Il team lo ha realizzato incorporando sfere di ceramica nella schiuma di alluminio per creare un materiale che non è stato possibile tagliare con smerigliatrici, trapani elettrici o frese a getto d’acqua. Lo hanno soprannominato Proteus, in onore del dio greco che cambia forma, che è la caratteristica propria di questo nuovo materiale.

Non si tratta semplicemente di una superficie dura che resiste alla pressione esterna: il materiale riesce a rinforzarsi proprio grazie alla capacità di trasferire su di sé la forza del trapano o del meccanismo di taglio che viene usato, poiché le sfere in ceramica creano vibrazioni che interrompono la forza esterna. Così facendo distrugge la lama attraverso le vibrazioni a scatti laterali che crea o allarga lo spruzzo del getto d’acqua della fresa.

Materiale duro come il diamante, ma economico

L’unica struttura naturale comparabile a questa messa a punto dagli ingegneri è il diamante. Ma Proteus è più economico e leggero, il che lo rende pratico per una vasta gamma di applicazioni, come porte, barriere di sicurezza, suole delle scarpe, protezioni per i lavoratori e, appunto, strumenti come lucchetti per bici.
Il materiale ha anche un secondo meccanismo di difesa. Tentando di tagliarlo, le sfere di ceramica si riducono in frammenti più piccoli che sono ancora più duri e si comportano come carta vetrata molto dura. Insomma, più si tenta di tagliarlo, più il materiale diventa resistente. Lo si è visto negli esperimenti in laboratorio, in cui una smerigliatrice angolare utilizzata per tagliare l’armatura d’acciaio utilizzata è stata resa innocua da Proteus.
I ricercatori sostengono che lucchetti possono essere prodotti in serie con facilità, dato sul mercato non mancano i metalli e la ceramica.
(foto Dr René Vogel, Technical Leader, in the Fraunhofer Institute for Machine Tools and Forming Technology IWU)

LEGGI ANCHE

12 trucchi per non farsi rubare la bici (che funzionano davvero)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Nessun Tag per questo post