5 percorsi per la mountain bike nelle Valli di Tures e Aurina

Siamo andati alla scoperta di 5 percorsi per la mountain bike nelle Valli di Tures e Aurina, località che offrono tantissimo alla bici

Quando abbiamo passato un weekend a Campo Tures, oltre al trekking c’è stato spazio anche per andare alla scoperta di alcuni percorsi per la mountain bike nelle Valli di Tures e Aurina. Queste valli offrono davvero tante possibilità di esplorare la regione pedalando, e noi abbiamo voluto toccarle con mano (o meglio, con ruota). Ma prima di affrontare un tour in sella verso le cascate della Valle Aurina, abbiamo dovuto farci le ossa nel campo pratica di Cadipietra, con una lezione di tecnica di guida MTB insieme al maestro Wilfried Steger di Ahrntal Aktiv. Una volta presa confidenza con la bici e imparate le manovre di base del fuoripista, ci siamo lanciati sui sentieri sterrati del bosco tra San Giovanni , Lutago e Campo Tures in un percorso suggestivo ed elettrizzante.

Pubblicità

5 percorsi per la mountain bike nelle Valli di Tures e Aurina

Ci siamo divertiti, e ora vi proponiamo cinque percorsi per la mountain bike nelle Valli di Tures e Aurina da provare se amate le sfide e la montagna.

1. Anello Valle Aurina
Difficile, ma spettacolare: l’anello che da Cadipietra si snoda per 67 chilometri fino a 2567 metri di altitudine sulle cime della Valle Aurina è un’impresa adatta solo ai biker abituati a pedalare, che non si spaventano di fronte a salite ripide. Dopo aver varcato la Costa dei Bovi e Passo Gola, si attraversano Riva di Tures e Acereto,e poi si discende verso Campo Tures, da dove si imbocca nuovamente la pista ciclabile per ritornare al punto di partenza.
Informazioni

2. Giro delle Cascate
Questo itinerario è un buon compromesso: 25 km, 500 metri di dislivello, poche salite e attrazioni naturalistiche impressionanti. Da Campo Tures fino a San Giovanni, il percorso porta alla scoperta delle cascate più spettacolari della Valle Aurina – quelle di Riva, di Poja e di Rio Nero – attraverso boschi e sentieri sterrati.
Ahrntal Aktiv organizza questa escursione ogni giovedì, fornendo ai partecipanti bici top di gamma.
Ahrntal Aktiv

Credits:Filickr / Trinchtto

Downhill a Plan de Corones
Se siete in cerca di emozioni forti, fate un giro alla pista di downhill a Plan de Corones. Qui si trovano diverse agenzie che organizzano lezioni di tecnica, e negozi dove è possibile noleggiare la bici più adatta e tutta l’attrezzatura necessaria per intraprendere una discesa senza rischi. Il percorso Herrnsteing presenta un dislivello di 1300 metri circa ed è lungo 7 chilometri, da Kronplatz a Riscone.
Informazioni
Freeride Kronplatz

Credits:www.plandecorones.com

Giro delle Vedrette di Ries
Non siete ciclisti esperti? Allora lasciate perdere questa sfacchinata. Ma se avete i garretti ben allenati, non potete fare a meno di sfidare la vostra tenacia con i 97 chilometri di questo percorso che si snoda attorno alle Vedrette di Ries. Da Campo Tures si prosegue fino a Riva di Tures, dove si prende il sentiero 9. Arrivati al Passo di Gola, si continua sul numero 111 attraverso le valli Arvental e Defreggental, fino al Rifugio Patscherhütte e all’albergo Alpenrose. Dopo essere discesi al Lago Anteselva e aver incrociato la Statale della Val Pusteria, ci si immette sulla ciclabile che da Brunico porta finalmente ancora a Campo Tures. Il panorama è mozzafiato, la fatica richiesta anche.
Informazioni

Credits: Flickr / Thomas Vorberg

Ciclabile Brunico – Casere
Voglia di pedalare, ma senza sudare troppo? Percorrete allora la pista ciclabile che porta da Brunico a Campo Tures lungo il fiume Aurino, attraversando pascoli, boschi e piccoli centri (Molini di Tures, Campo Tures, Lutago, Cadipietra, San Pietro e Predoi). Lunga circa 50 chilometri (solo andata) e con un dislivello quasi assente, si tratta di un’escursione adatta alle famiglie e a chi desidera fare una piacevole gita ai piedi delle montagne delle Valli di Tures e Aurina anche senza essere super allenato.
Nella foto, Wilfried Steger di Ahrntal Aktiv lungo la ciclabile.
Informazioni

Credits: Silvia Malnati

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità