Scarpe clipless per gravel: ecco quali usare

Le scarpe clipless per gravel hanno i tacchetti per l'aggancio e lo sgancio ai pedali SPD ma anche la suola in gomma per camminare

Scarpe clipless per gravel

Le scarpe clipless per gravel dividono un po’ le opinioni di chi si dedica alla bici da ghiaia. C’è infatti chi ci arriva dalla bici da strada e vuole lo stesso feeling di tenuta che assicurano le scarpe a sgancio rapido, e chi invece ci arriva dalla mountain bike con i pedali flat o ha acquistato la gravel come prima bicicletta dopo molto tempo e non ama o teme la sensazione delle scarpe con le tacchette. Perché di fatto le clipless per gravel sono delle scarpe a sgancio rapido che tramite delle tacchette da avvitare e regolare si agganciano direttamente ai pedali SPD. Con in più una suola gommata che consente anche di fare quelle fasi di camminata tipiche delle uscite gravel.

Scarpe clipless per gravel: le caratteristiche importanti

Le scarpe clipless per gravel assicurano tutti i vantaggi delle calzature da ciclismo a sgancio rapido: saldandosi direttamente al pedale consentono di ottimizzare al meglio il ciclo della pedalata, sia in fase di spinta che in fase di sollevamento, permettono di mantenere l’ottimale posizione biomeccanica del piede sul pedale e, una volta che ci si abitua, offrono anche un maggior controllo sulla bici. Nella pratica le scarpe SPD per gravel sono l’edizione per le bici da ghiaia delle scarpe inventate da Shimano nel 1990, che sostituirono il sistema dei fermapiedi – o della gabbietta – fino a quell’epoca in uso per vincolare i piedi al pedale. Con in più il vantaggio di sganciarsi immediatamente quando si tratta di mettere i piedi a terra.

Le scarpe gravel SPD hanno molte caratteristiche in comune con quella da strada: la suola abbastanza rigida, senza la quale non ci sarebbe saldatura tra piede e pedale e trasferimento pressoché completo della potenza sui pedali, e all’altezza del metatarso o del mesopiede una serie di fori ai quali avvitare le tacchette.
Generalmente le scarpe SPD presentano 2 o 3 fori: le seconde, con un punto di fissaggio in più e una superficie più ampia per la tacchetta, sono solitamente indicate per le bici da strada o propriamente da performance; le scarpe con 2 fori si trovano sia nella versione per bici da strada che per le MTB che ovviamente per le gravel.

Scarpe clipless per gravel

La cosa molto importante da sapere è che le tacchette sono specifiche per i pedali, normalmente vengono vendute proprio assieme ai pedali ma anche singolarmente come ricambio, si possono adattare a tutte le scarpe clipless che presentano i fori per il fissaggio e si avvitano con una chiave a brugola da 4 mm.
Ma se non hai mai usato scarpe da bici con le tacchette ti sarà utile sapere anche che ne esistono di 2 tipi: a sgancio unidirezionale (cioè lo sgancio avviene solo ruotando il piede all’esterno, come le SM-SH51 di Shimano) o a sgancio multidirezionale (cioè lo sgancio avviene in 3 direzioni: verso l’esterno, verso l’alto e verso l’alto ruotando all’esterno, come le SM-SH56 di Shimano). Ovviamente le seconde sono più “sicure” o rassicuranti delle prime e per cominciare possono essere più indicate.

Scarpe clipless per gravel

Le scarpe clipless per gravel però hanno anche qualche caratteristica distintiva in più, data fondamentalmente dalla possibilità di camminare più comodamente di quanto si possa fare con un paio di scarpe da ciclismo. Sul mercato esistono già scarpe SPD camminabili, come quelle per le discipline gravity della MTB che hanno la suola piatta, le tacchette incassate e un look da scarpe da skate, e quelle per le discipline da MTB enduro che sembrano quasi delle scarpe da trail running o da trekking veloce, con suole ampie e magari anche scanalate, e anche in questo caso l’aggancio per la tacchetta incassato nella suola.
Le scarpette da gravel clipless possono avere una tomaia leggera, in knit traspirante o comunque tessuto tecnico adatto alle temperature estive, oppure una tomaia più invernale, in pelle o similpelle, adatta anche a essere ricoperto con i copriscarpe in neoprene.
L’allacciatura può essere tradizionale con i lacci oppure con un sistema micrometrico come BOA Fit System, che consente di regolare la giusta tensione sui diversi punti di pressione del piede.
Infine, e soprattutto, le scarpe gravel a sgancio rapido hanno una suola gommata, generalmente sagomata, che consente di smontare di sella e camminare o anche di fare veri e propri tratti di portage in pieno comfort e sicurezza.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...

Nessun Tag per questo post