Freddo ai piedi in bici in inverno? Ecco la soluzione

Contro il freddo ai piedi in bici in inverno possono non bastare scarpe, calze e sovrascarpe da ciclismo: ecco come fare

Freddo ai piedi in bici in inverno

Sentire freddo ai piedi in bici in inverno è il vero cruccio di chiunque non abbandona la bicicletta nemmeno quando le temperature si abbassano. Il periodo invernale è il vero nemico di ogni ciclista, strada o MTB che sia, e se prendere freddo al corpo, alle mani e alla testa può essere abbastanza sopportabile, il freddo ai piedi per i ciclisti è davvero al limite dell’insopportabile.
Il ciclismo è infatti uno sport poco adatto ai mesi invernali, perché il ciclista percepisce il freddo diversamente rispetto a chi pratica altri sport all’aperto: in parte a causa dell’impatto ventoso dato dalla velocità, che è maggiore in discesa e minore in salita, in parte perché ci sono parti del corpo in cui la vasocostrizione data dal freddo è accentuata dalla sostanziale mancanza di movimento e quindi vascolarizzazione dei tessuti. Esplicitato meglio: per un ciclista in inverno il problema non è il freddo alle gambe, che sono più o meno sempre in movimento e una volta entrate in temperatura non sentono il freddo; lo è relativamente il freddo al corpo e alle braccia, comunque impegnati nella guida, e quindi sempre in movimento; lo è abbastanza alle mani, che però agiscono su manubrio e leve, e si possono in qualche modo muovere per far scorrere il sangue, e abbastanza anche alla testa, che però si può coprire con un berretto o passamontagna sotto il casco; lo è molto per i piedi, che sono vincolati ai pedali, sostanzialmente non si muovono, e son stretti dentro gli scarpini.
La spiegazione è tutta in una questione di fisiologia: quando fa freddo il nostro corpo riduce la circolazione del sangue a livello periferico, per proteggere i nostri organi vitali, e appunto a farne le spese sono i piedi oltre che le mani e la testa.

Pubblicità

Freddo ai piedi in bici in inverno? Ecco la soluzione

Oltre che per la naturale vasocostrizione data dai meccanismi fisiologici del nostro corpo il freddo ai piedi in bici in inverno è dato da almeno altri 2 fattori: il vento contrario ovviamente, e gli scarpini, che stringono a loro volta ulteriormente i piedi, limitando ancor più la circolazione.
Il risultato è quella sensazione di freddo che porta prima a intorpidimento e poi a vera e propria insensibilità dei piedi, con il dolore che si può protrarre anche una volta rientrati a casa. Che fare quindi? Un mix di cose può aiutare a sentire meno freddo ai piedi mentre si pedala con le basse temperature.

1. Calze
Ovviamente. Ormai anche per il ciclismo ne esistono di ogni tipo, comprese quelle invernali. La questione è sempre quella di trattenere il calore ma non il sudore, che invece accentuerebbe la sensazione di freddo. Ce ne sono di filati unicamente tecnici e anche con fibre di lana nei punti maggiormente a rischio, come il puntale che copre le dita dei piedi; e soprattutto ne esistono modelli che mantengono più o meno il calore, anche per freddi davvero intensi. La prima cosa da fare è dotarsi di un buon paio di calze per il ciclismo invernale.
Vero che i ciclisti amano i calzini corti, ma in inverno può aver senso prenderne un paio più lunghi se non proprio che coprono il polpaccio, per ridurre ulteriormente la dispersione di calore sotto il bacino.

2. Scarpe
La maggior parte delle scarpe per il ciclismo, da strada o MTB, puntano molto sulla traspirazione, assumendo che in bicicletta si vada soprattutto con la bella stagione. Ma ormai non è più così, sono sempre di più i ciclisti che anche in inverno preferiscono la strada, i sentieri e i trail al rullo in casa, e ora si trovano anche scarpe per la bicicletta più protettive, soprattutto in punta. Oltre a ciò, un buon consiglio è non stringere troppo i lacci o i sistemi di chiusura micrometrica: per non aumentare la vasocostrizione e per lasciare un po’ di movimento al piede. Non sarà il massimo in termini di efficienza di pedalata, ma contro il freddo aiuta.

3. Sovrascarpe
Quando il freddo punge davvero non c’è altra soluzione: esistono sovrascarpe in Gore-Tex o neoprene in grado di ridurre di molto l’impatto ventoso dell’aria fredda sui piedi, limitare la dispersione del calore e aiutare a trattenerlo all’interno della scarpa senza far formare la condensa.

Freddo ai piedi in bici in inverno

Queste tre sono le cose più immediate che puoi fare per tenere i piedi al caldo in bici in inverno. Poi si può lavorare un po’ anche su altri aspetti:

4. Tieni il corpo al caldo
Se è vero che il nostro organismo fisiologicamente riduce l’afflusso di sangue alla periferia per concentrarlo intorno agli organi vitali, se teniamo questi al caldo – principalmente il busto, con una giacca invernale e gli strati termini sottostanti – allora avremo un po’ più di sangue che fluisce anche verso i piedi.

5. Cambia la soletta delle scarpe
Tendenzialmente tutte le scarpe da ciclismo, strada o MTB, hanno solette traspiranti, ma in inverno può essere furbo cambiare la soletta interna con una invernale in un materiale più termico.

LEGGI ANCHE:

In MTB col freddo: come vestirsi

In bici col freddo: i consigli per non soffrire

MTB in inverno: 13 consigli per divertirsi davvero

Credits photo: TheRawStories

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...