Cosa mangiare durante un allenamento

Se l'attività è oltre l'ora e mezza diventa necessario mangiare durante un allenamento, in particolare dai 30 ai 60 grammi di carboidrati per ogni ora in più di esercizio

Cosa mangiare durante un allenamento

Per mettere in moto il nostro corpo e per farlo funzionare adeguatamente durante l’attività fisica, è importante fornirgli la giusta dose di carburante e nei tempi corretti. Se è fondamentale mangiare prima di mettersi in azione, ci sono delle situazioni e degli sport che richiedono di mangiare durante l’allenamento.

Pubblicità

Quando mangiare durante un allenamento

C’è un limite temporale che demarca il confine tra il non ingerire nulla e il dare una ricarica allo stomaco: 90 minuti. Se il vostro allenamento, o sforzo fisico rimane sotto l’ora e mezza non è necessario mangiare nulla, anzi è decisamente sconsigliato. Solo acqua, in buona quantità, almeno un paio di litri, da bere in piccoli sorsi per non appesantirsi. Se ci si sente stanchi probabilmente non si sono assunti abbastanza carboidrati prima di attivarsi, o si è mangiato più del dovuto o a distanza troppo ravvicinata.

Cosa mangiare nel corso di un allenamento

Se invece si pratica un’attività che va oltre i 90 minuti, come il ciclismo oppure i lunghi di preparazione a una maratona, ma anche un’escursione in montagna, è raccomandato il consumo di carboidrati aggiuntivi. Il miglior metodo è quello di portare con sé alimenti che contengono carboidrati assimilabili velocemente, come sport drinks o barrette di muesli. Servono dai 30 ai 60 grammi di carboidrati, equivalenti a 500 – 1000 millilitri di integratori liquidi o a un paio di dozzine di caramelle gommose, da assumere ogni ora di esercizio.

> Leggi anche: Cosa mangiare dopo ‘attività sportiva

> Leggi anche: Cosa mangiare prima di fare sport

> Leggi anche: Come evitare di mangiare troppo dopo aver  fatto sport

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità