1 sportivo su 4 vuole ancora allenarsi online

Secondo Sportclubby Sport Trend 2022 nonostante il ritorno in presenza nelle palestre 1 sportivo su 4 vuole continuare ad allenarsi online

1 sportivo su 4 vuole ancora allenarsi online

Allenarsi online è stato il boom e il trend dei mesi più pesanti della pandemia, quelli del lockdown duro con le palestre letteralmente chiuse e anche molte restrizioni per fare sport fuori da casa. Ma quello che è stato un elemento imprescindibile nelle strategie di business di molte palestre ora sembra diventare un fenomeno irreversibile nelle abitudini delle persone.

1 sportivo su 4 vuole ancora allenarsi online

Secondo Sportclubby Sport Trend 2022, l’indagine condotta dalla piattaforma per il booking di sport e benessere usata da oltre 700mila sportivi in 800 strutture in tutta Italia, 1 sportivo su 4 vuole ancora allenarsi online ma una volta allentate le restrizioni, il settore delle palestre sembra lasciare una fetta della torta a influencer e app di home fitness.

Sport online? Meglio se con il trainer di fiducia

Diverse palestre hanno smesso di offrire allenamenti online ai propri iscritti, ma il 26% vuole ancora questo servizio. Sebbene metà di loro preferirebbe allenarsi via App con la propria palestra di fiducia, molti devono ripiegare su corsi gratis che trovano sui social (30%), oppure si abbonano a servizi digitali di home fitness (19%). Una piccola percentuale, infine, utilizza le app delle proprie attrezzature sportive da casa (3%).
Una grande opportunità persa per le palestre, che da due anni affrontano le conseguenze delle restrizioni causate dalla pandemia, mentre dall’offerta e promozione dei propri corsi digitali avrebbe solo da guadagnare. Tra quelli che non si allenano online, infatti, molti (38%) non sanno nemmeno se questo servizio sia ancora disponibile nel proprio centro e un ulteriore 33% ne segnala l’interruzione.

I trend per la ripresa

Il digitale continuerà ad essere un alleato per la ripresa dei club, infatti la possibilità di combinare lezioni in presenza a corsi in live streaming e on demand sarà per molti la principale leva per fare più sport nel 2022. La richiesta di abbonamenti ibridi è tra le opzioni più indicate dagli sportivi (45%), insieme all’offerta di esercizi per coniugare benessere fisico e mentale (46%). Non solo: 1 italiano su 3 vuole uno sport sempre più inclusivo. Nel 2022, infatti, molti faranno più esercizio fisico se nel proprio centro troveranno lezioni pensate per diverse fasce d’età (15%) e adatte a qualsiasi tipo di corporatura (13%). Il 10%, infine, fatica a coniugare lo sport con la gestione dei figli e si allenerebbe di più se potesse farlo agli stessi orari dei propri famigliari.

1 sportivo su 4 vuole ancora allenarsi online

L’impatto del Green Pass

Dall’introduzione del Green Pass per l’accesso alle strutture, la maggior parte degli sportivi è tornata ad allenarsi prevalentemente in presenza nel proprio centro di riferimento (62%), oppure alterna alla palestra sessioni online e all’aperto (11%). Sono pochi quelli che preferiscono fare esercizio solo online – in livestreaming (2%) o on demand (4%) – oppure esclusivamente outdoor, con il proprio istruttore o palestra di fiducia (2%). Tuttavia, 1 italiano su 10 ha interrotto o limitato drasticamente l’attività sportiva e un ulteriore 10% si allena prevalentemente outdoor, senza iscrizione in palestra: nel 2021, era solo il 3%.

I tool digitali più amati

La possibilità di prenotare corsi e accessi da app è entrata ormai nelle abitudini irrinunciabili di molti utenti: già dall’inizio della pandemia ha migliorato l’esperienza sportiva di 8 giovani su 10. Ma non è l’unica funzionalità digitale in grado di invogliare le persone ad allenarsi più spesso, secondo l’indagine di Sportclubby. L’invio di notifiche quando si libera un campo o un posto in una sessione (56%) e l’integrazione del controllo Green Pass nella propria app di prenotazioni sono tra le nuove funzionalità più apprezzate dagli utenti (42%). A molti piace poter finalmente gestire da mobile aspetti burocratici come tesseramenti (19%) e certificati medici sportivi (11%). Per alcuni (9%) è molto comodo poter invitare da app gli amici ad una partita o allenamento, per trovare compagni di squadra e dividere le spese facilmente .

Facciamo più sport se si paga da app

Metà degli sportivi vorrebbe che il proprio club attivasse pagamenti dei propri servizi da mobile. Non solo, il 44% rinnoverebbe prima il proprio abbonamento, se ricevesse una notifica di pagamento da app, oltre ad apprezzare molto l’idea di un voucher regalo per attivare carnet ingressi e lezioni dal proprio smartphone. I meno propensi agli acquisti sportivi da mobile sono soprattutto gli over 55: il 39% non li vorrebbe, né apprezzerebbe un gift code spendibile nel proprio centro. Un elemento che fa pensare più a una scarsa dimestichezza con la materia, che un’effettiva disapprovazione.

La digitalizzazione dello sport non è un fenomeno passeggero. Il proliferare di app di home fitness ne è la dimostrazione, ma gli italiani preferiscono trovare dall’altra parte dello schermo il proprio istruttore di fiducia, che sa allineare una sessione ad esigenze e potenzialità dei singoli allievi.” ha spiegato Stefano De Amici, CPO e cofounder di Sportclubby.”La sport industry deve cogliere questa opportunità subito. Uno degli obiettivi di Sportclubby è proprio quello di aiutare i gestori a ragionare come imprenditori digitali, usando strumenti innovativi per crescere, lavorare in modo più efficiente e ripensare i propri palinsesti.

Foto di ANTONI SHKRABA da Pexels

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...

Come tenersi in forma a casa
Nessun Tag per questo post