Abbiamo provato il percorso del Garmin TriO di Forte dei Marmi [blog]

Forte dei Marmi

Credits: marco monetti

A Forte dei Marmi, in una location racchiusa da oasi protette dal WWF e dalle cave di marmo di Massa e Carrara che da lontano spiccano con il loro caratteristico color bianco, si svolgerà la prima edizione del Garmin TriO Forte dei Marmi, una due giorni di gare molto tecnica e paesaggisticamente spettacolare: sabato 6 settembre è in tabellone l’olimpico, mentre domenica 7 gli atleti si affronteranno nella distanza sprint. Il colosso statunitense della navigazione satellitare porta così a due il numero degli eventi triathlon sponsorizzati in Italia: l’altro, sempre su distanza olimpica (1500 metri di nuoto, 40 di bici e 10 di corsa) si è già svolto a Sirmione sabato 28 giugno.

E per dare un assaggio a tutti di quello che sarà l’evento che chiuderà la bella stagione, Garmin Italia ha organizzato due giorni di test sui percorsi di gara.

La frazione di nuoto partirà dalla spiaggia libera del comune di Forte dei Marmi (a ridosso del confine con il comune di Montignoso) e sarà caratterizzata da un giro unico sia per quanto riguarda l’olimpico, sia per lo sprint (che invece prevede 750 metri di nuoto). Gli organizzatori hanno previsto un tracciato “a rettangolo”, con uscita in mare aperto in base alla lunghezza della specialità, e rientro in spiaggia previsto verosimilmente in corrispondenza dello Yatch Club.

La transizione, in questo caso, avrà una lunghezza di 200 metri e dopo l’uscita dalla spiaggia gli atleti dovranno attraversare Viale Italico prima di accedere alla zona cambio. In caso di mare molto mosso è prevista comunque una soluzione alternativa, con la partenza del nuoto alla foce del fiume Versilia e percorso in risalita verso l’entroterra.

Ma sarà la frazione di bici – un circuito di 20 km che verrà percorso due volte dagli atleti dell’olimpico e una sola da quelli dello sprint – quella più spettacolare e che farà esplodere la gara. Si partirà dalla T1 (prima transizione) su Viale Italico per 500 metri in direzione Montignoso, dopodiché si supererà il ponte sul Versilia e poi si imboccherà il Lungomare di Ponente per altri 400 metri. Svoltati a destra su Viale Marina, gli atleti imbucheranno la strada che punta verso le montagne. Ancora 3mila metri e poi la strada inizierà a salire: 5 chilometri in mezzo a boschi e tratti vista mare (pendenza massima in alcuni punti del 6-7 per cento) che portano al GPM fissato al chilometro 8 di gara a 238 metri di altezza. Uno strappo che, preso “a cannone”, potrà già fare selezione.

Da qui in poi si scende e si tira il fiato per altri 6 chilometri; chi prende parte allo sprint potrà prepararsi mentalmente alla T2, mentre chi gareggia nell’olimpico dovrà ritrovare le energie per percorrere lo stesso circuito – e quindi la stessa salita – ancora una volta.

Al termine della frazione di bici, quella di corsa (5 km per lo sprint e 10 per l’olimpico) si svolgerà su Viale Italico in direzione del centro di Forte dei Marmi. Qui avverrà il giro di boa a 2,5 km, quindi gli atleti ritorneranno alla zona cambio per un totale. Il circuito “a bastone” misura 5 km: gli sprinter lo percorreranno una volta sola, gli atleti dell’olimpico due.

Entrambe le gare assegneranno inoltre punti per il ranking nazionale FITRI (Federazione Italiana TRIathlon). Il prezzo di iscrizione – da effettuarsi sul sito www.garmintrioforte.com – sarà di 55 euro per le categorie Senior e Master.

Dopo la gara di sabato (la prima batteria partirà alle 13) l’appuntamento continuerà alle 18:30 con il consueto pasta party, con la premiazione alle 19:30, il dj-set a cura di Radio Deejay dalle 20:30 alle 22:30 e – per gli atleti endurance della movida notturna –al Beach Club a partire dalle 22:30.

©RIPRODUZIONE RISERVATA